Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Ideato dall'imprenditore calabrese Aldo Salatino

Dieci anni del progetto "adottaunclementino"

Era la campagna agrumicola 2012/13 quando Aldo Salatino, imprenditore agricolo calabrese, lanciò il progetto di adozione degli alberi di clementine "adottaunclementino". Tale iniziativa collega il consumatore finale alla pianta d'origine e quindi, in un certo senso, il cliente diventa produttore egli stesso delle clementine che poi consuma (cfr. FreshPlaza del 17/01/2013).


Aldo Salatino, ideatore del progetto "adottaunclementino" 

"Mi sembrava un'idea folle, quando ho cominciato: le spedizioni erano limitate e credevo, ingenuamente, che avere un sito web dove far adottare un albero di clementine mi portasse automaticamente ordini da nuovi clienti - commenta Salatino - Dopo 10 anni, tutto sommato il bilancio sul progetto è alquanto positivo, se guardiamo alla rete di contatti venutasi a creare, allo sviluppo delle adozioni e alle iniziative ad esso legate".

"Sono partito che ero uno 'sprovveduto' e non avrei mai immaginato che, qualche anno più tardi, personaggi del calibro di Gianni Morandi o Lino Banfi, per citarne alcuni, realizzassero post sui social media con i frutti dell'albero di clementine adottato nella mia azienda. Sono decisamente soddisfazioni!", continua Salatino.


Gianni Morandi e le clementine del progetto "adottaunclementino" 

L'azienda agricola Perseverantia di Corigliano-Rossano (CS) coltiva clementine in maniera naturale. "Il nostro è un prodotto totalmente naturale, non trattato, che conserva tutte le caratteristiche organolettiche - sottolinea Salatino - Molti clienti mi raccontano che quando sbucciano le nostre clementine si sprigiona un profumo, che difficilmente trovano nei frutti venduti altrove".

Dal punto di vista meramente economico, le campagne agrumicole sono impegnative. Soprattutto ora che tutti i fattori produttivi, gli imballaggi e la logistica hanno subito forti rincari. "E' ovvio che tanti sacrifici verrebbero ripagati con buoni margini di profitto. Per il momento, però, continuiamo a resistere - spiega l'imprenditore calabrese - Per quanto concerne le adozioni dei clementini, il prezzo è rimasto fisso, anche per ringraziare coloro che in questi dieci anni ci sono stati sempre fedeli".


Lino Banfi mostra il certificato di adozione dell'albero di clementine calabresi

Ogni campagna agrumicola è diversa dall'altra. "Quest'anno, per esempio, abbiamo registrato una siccità abbastanza sostenuta rispetto ad altre annate. Abbiamo avuto un ritardo di maturazione, ma in generale, le clementine si presentano bene, di media pezzatura e con una buccia un po' più spessa. Quest'ultima si è rivelata utile nell'ultimo periodo, considerate le forti piogge che ci sono state in Calabria".

Dal lato dei prezzi, rifornendo qualche catena di supermercati della fascia tirrenica, Salatino riporta che "rispetto agli anni passati, le quotazioni sono leggermente superiori".


A sostenere le adozioni di clementini sono in tanti. Da sinistra: Giovanni Spedicati (editore), Giovanna Lombardi (attrice), Mila Moretti (regista), Aldo Salatino e Claudio Contartesi (attore). 

Adottaunclementino è anche per il sociale. Un clementino per i bambini di Amatrice e Cittareale rappresenta, infatti, beneficenza pura. "Chi volesse sostenere questa iniziativa, mi contatti. Il sorriso di un bambino è un toccasana per il cuore!", conclude Salatino.

Per maggiori informazioni:
Aldo Salatino
Cell.: +39 331 9857300 
www.adottaunclementino.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto