Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Jonás Cano (PPO Services AG) sulle importazioni dei piccoli frutti

"Possiamo fare affidamento sulle more spagnole, senza la necessità di importare ortofrutta d'oltreoceano"

Il mercato delle fragole è attualmente contrassegnato dalle importazioni da numerosi Paesi. Nonostante la crisi energetica, una parte delle merci proviene da serre olandesi e belghe. Intanto, stanno arrivando sul mercato le prime varietà precoci dal Portogallo e dalla Spagna. "L'assortimento è completato dai lotti marocchini, che rappresentano un buon rapporto qualità-prezzo, oltre a merci aviotrasportate dall'Egitto", afferma Jonás Cano, specialista di prodotto presso la svizzera PPO Services AG, il quale ha espresso il suo punto di vista sull'attuale mercato dei piccoli frutti.

In generale, sul mercato dei piccoli frutti, c’è una buona e costante fornitura di tutti prodotti. "La domanda per tutte le varietà aumenta notevolmente durante il periodo pre-natalizio. Per quanto riguarda le fragole, le prime varietà precoci portoghesi e spagnole stanno andando molto bene in termini di gradi Brix e maturazione. Per i lamponi, possiamo contare sulla Spagna per l'80-90% della produzione. Nel caso delle more, da diversi anni abbiamo un buon fornitore spagnolo che si dedica esclusivamente alla coltivazione di questi frutti. Per questo motivo, possiamo ripiegare sulla Spagna da settembre, dopo la fine della stagione domestica, fino al raccolto successivo, e quindi fare a meno del Messico. Abbiamo una partnership simile con un produttore di ribes nei Paesi Bassi".

Nel caso dei mirtilli, invece, si registra un vivace commercio estero in inverno. Cano dice: "Stiamo per passare dalla stagione peruviana a quella cilena, dopodiché continueremo con le merci marocchine. Poi, a partire da gennaio, inizieranno ad arrivare le prime spedizioni dalla Spagna". I mirtilli si stanno affermando come un forte prodotto promozionale. "Da settembre, abbiamo continue promozioni nei negozi di alimentari, il che favorisce la continuità degli acquisti".

Fondata nel 1946, la PPO Services AG si dedica all'importazione di frutta e verdura da tutto il mondo, destinata ai mercati svizzeri ed europei. "Negli anni '70 e '80, le fragole venivano importate principalmente da Spagna e Italia. L'importazione era limitata a due o tre varietà, come Douglas e Chandler, in 1-2 formati d’imballaggio, ovvero vaschette da 250 e 500 g, e la stagione d’importazione durava da tre a quattro mesi al massimo. Negli ultimi 10-15 anni, la produzione di piccoli frutti si è sviluppata rapidamente e le nuove tecnologie hanno permesso di diversificare la produzione".

Investimenti in nuove colture di piccoli frutti
Di conseguenza, il PPO Group ha notevolmente ampliato il suo assortimento. "Oggi la nostra gamma comprende fino a 75 prodotti diversi per tutto l'anno, a seconda della stagione e della quantità di raccolto locale. L'assortimento principale comprende ancora fragole, mirtilli, lamponi e il famoso mix di piccoli frutti, oltre a more e ribes su scala ridotta. Ma le bacche di Goji fresche e l'Haskap non hanno mai avuto un forte sviluppo". Dal 2022 ad oggi, il gruppo PPO ha importato piccoli frutti da un totale di 29 Paesi diversi.


Coltivazione di more a Huelva, nel sud della Spagna.

Crescita a lungo termine per i piccoli frutti biologici
La distribuzione dei prodotti biologici è gestita da un dipartimento indipendente all'interno del PPO Group. Nel caso dei piccoli frutti, la quota biologica è di circa il 10%. Cano dice: "Vista la situazione di mercato alquanto incerta, non prevediamo un aumento delle vendite. Nel medio e lungo termine, però, siamo convinti che i numeri continueranno a crescere".

In questo contesto, il commerciante di frutta sottolinea anche i maggiori requisiti di qualità nel settore dei piccoli frutti. "In termini di sostenibilità, le sfide per il settore sono estreme: per il mercato svizzero, i piccoli frutti vengono importati da coltivatori che utilizzano in modo sostenibile le risorse idriche esistenti e dispongono di un certificato Spring o Rainforest".

Per maggiori informazioni:
Jonás Cano
PPO Services AG
Herrenmattstrasse 3
Postfach 95
CH-4658 Däniken - Svizzera
+41 62 207 54 54
info@ppo.ch 
www.ppo.ch


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto