Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Louis De Cleene, Devos Group:

"Al ritmo con cui i coltivatori estirpano gli impianti di Jonagold, si rischia una carenza entro cinque anni"

Da anni, il mercato belga delle mele è in difficoltà. "Non sorprende più nessuno che tali pomacee non vadano bene", dice Louis De Cleene del Devos Group. "C'è semplicemente troppo poca richiesta." Eppure il commerciante pensa che la situazione potrebbe cambiare nei prossimi anni. "Molti coltivatori di Jonagold hanno deciso di estirpare i loro meleti. Entro cinque anni, potrebbe esserci una carenza di questi frutti, ma non sarebbe affatto una sorpresa".

La situazione delle mele è la stessa da tempo: abbondanti forniture e una domanda che lascia ancora molto a desiderare. "I prezzi non solo oscillano selvaggiamente, ma sono davvero troppo bassi. Perché continua a succedere? Non ne ho idea. Dopotutto, le mele Jonagold belghe di buona qualità rimangono tra le migliori sul mercato. Ma vendiamo già a prezzi inferiori al costo, e non sembra ci sia un miglioramento. Semplicemente non è più un prodotto redditizio da coltivare", continua Louis.

Pertanto, Louis vede che ci sono sempre più segnali di abbandono da parte dei diversi coltivatori. "Con i prezzi attuali, molti non riescono più a far quadrare i conti, quindi la maggior parte di loro sta sradicando i frutteti, e con un ritmo piuttosto sostenuto. Questo potrebbe significare un mercato più equilibrato. Ma è terribile che si debba arrivare a pagare un costo così pesante, in termini finanziari ed emotivi".

Ma c'è un barlume di speranza per le mele in questa stagione. "C'è molta richiesta da parte del settore industriale, quindi sembra che molte mele siano destinate alla trasformazione", dice Louis.

"Negli ultimi mesi, infatti, sono state inviate molte mele alle aziende di trasformazione. Questo consente di essere piuttosto ottimisti, in vista del nuovo anno".

"Se per i frutti di qualità, i prezzi sembrano essere in calo, sono accettabili per il settore della trasformazione. L'anno prossimo potrebbe esserci di nuovo spazio sul mercato e i prezzi delle mele al dettaglio potrebbero salire, speriamo il più possibile", spiega. Louis.

Rubis Gold
Questa è una buona notizia anche per le mele Rubis Gold. Il Devos Group è distributore esclusivo di questa varietà nel Benelux. "Quest'anno abbiamo completato il nostro primo raccolto di 100 tonnellate, da alberi piantati di recente. Le mele sembrano fantastiche e inizieremo a commercializzarle all'inizio del nuovo anno. Naturalmente non ci sono certezze, ma abbiamo ricevuto molte richieste di queste mele da tutto il mondo".

"Lavoriamo con una fornitura controllata, quindi purtroppo non possiamo rispondere a tutti gli ordinativi. Scegliamo i nostri partner con attenzione e vogliamo espanderci gradualmente. Vogliamo conquistare i consumatori del Nord Europa con la nostra mela gialla Rubis Gold".

"Ovunque le vedano o le assaggino, attirano l’attenzione e sono molto apprezzate", afferma De Cleene. Questa varietà ha ricevuto la nomination per l'Innovation Award al Fruit Attraction di Madrid.

Un buon mercato delle pere
Il mercato delle pere è in una situazione migliore. "Le vendite sono buone, se non eccellenti. Abbiamo caricato di più rispetto agli anni scorsi, e questo non ha riguardato solo noi, ma anche gli altri. Di recente ci sono stati cali occasionali della domanda e dei prezzi ma, in generale, i prezzi sono stati piuttosto buoni".

Ma, vista la situazione dei costi, non è ancora una buona notizia. "Considerati i prezzi medi, i margini sono ancora troppo stretti, considerando l'aumento dei costi dei coltivatori", afferma Louis. "Per i coltivatori che in questa stagione hanno pere più piccole, e ce ne sono diversi, i profitti saranno davvero bassi. Di contro, i coltivatori con calibri buoni avranno buoni guadagni".

"Abbiamo avuto ottimi raccolti anche di Early Desire e Queens Forelle. Abbiamo deciso di raccogliere la Queens Forelle in due tempi. All'inizio di settembre abbiamo raccolto le pere che avevano raggiunto la perfetta colorazione rossa e con buoni calibri. Erano già tutte richieste, e le loro vendite sono in pieno svolgimento e corrono veloci. Abbiamo poi aspettato una settimana per la seconda raccolta, perché le pere avevano bisogno di un po' di colore. Queste ultime sono ottime da esportare perché presentano consistenza, forma e sapore adeguate. Per alcune di queste, però, mancano ancora i programmi", conclude Louis.

Per maggiori informazioni:
Louis De Cleene
Devos Group 
66 Eugeen Cools Street
3460, Bekkevoort, Belgio
Tel: +32 (0) 167 79 758
Email: louis@devosgroup.com           
Web: www.devosgroup.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto