Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Dopo un anno drammatico, il mercato europeo sta recuperando

"Ci aspettiamo una campagna dei porri con prezzi accettabili"

Dopo un anno estremamente difficile, quest'anno il mercato europeo dei porri sembra recuperare abbastanza bene. Per l'azienda belga Calsa, questo ortaggio invernale è di gran lunga uno dei prodotti principali della sua gamma.

"Il mercato belga è attualmente abbastanza buono per quanto riguarda i prezzi alla produzione, che differiscono enormemente dall'anno scorso", ha esordito Pol Dendauw dell’azienda d’esportazione.

La scorsa stagione c'è stato un eccesso di fornitura sul mercato e la domanda è stata generalmente molto deludente. "Ciò ha portato a una politica irresponsabile dei prezzi. I coltivatori hanno venduto i loro porri in netta perdita, ma ora i prezzi sono 2,5 volte più alti". Secondo Pol, ci sono diversi fattori che hanno fatto sì che il mercato dei porri migliorasse. "In primo luogo, in parte a causa dell'annata negativa, ci sono meno semine. Inoltre, l'estate è stata secca, e questo ha ridotto le rese. A fronte di una buona domanda d’esportazione, i prezzi sono buoni", continua Pol che gestisce l'azienda di famiglia insieme a Jeroen e Charlotte Buyck.

In questo periodo dell'anno, Calsa vende la maggior parte dei suoi porri in Germania, Francia, Spagna e Italia. "La Germania ha ancora una parte della sua produzione, quindi è ancora agli inizi nelle importazioni. La domanda in questi Paesi è decisamente migliore rispetto allo scorso anno, e presto si aggiungerà la Polonia. Di solito arrivano sul mercato alla fine di dicembre, quindi non credo che avremo di che lamentarci, a livello di vendite".

Anche l'offerta sta gradualmente migliorando. Il caldo e la siccità hanno causato notevoli problemi di qualità, con il risultato di avere una limitata disponibilità sul mercato di porri di buona qualità. "Fino a due settimane fa, avevamo molti problemi con i tripidi, a causa dalla siccità, che hanno danneggiato molti porri. Tuttavia, a causa delle recenti piogge, la fornitura che proviene ora dai campi, è decisamente migliorata", afferma Pol.

Pol spiega inoltre che i coltivatori che optano per la varietà Krypton sono una delle cause del diffondersi del tripide. "Questa varietà ha generalmente rese più elevate per ettaro. Ma la Krypton è molto più esposta ai tripidi rispetto ad altre varietà. E il prezzo riflette questa maggiore esposizione. Quindi, anche se le varietà "migliori" producono forse dieci tonnellate in meno, alla fine i coltivatori ottengono rese anche maggiori per ettaro di quante ne ottengono ora. Forse dovrebbero puntare più sulla qualità che sulla quantità. Comunque dipende molto dal clima estivo, e non si sa mai in anticipo come andrà a finire. L'anno scorso abbiamo avuto un'estate normale nei Paesi Bassi e in Belgio, ma quest'anno è stata di nuovo secca. Ogni anno è diverso".

La situazione del sedano rapa della Calsa è più o meno la stessa. "Penso che sia vero per molti ortaggi in pieno campo. A causa della siccità, l'offerta è decisamente inferiore al normale, il che consente di avere buoni prezzi. Nel complesso, in entrambi i casi, possiamo aspettarci una campagna dei prezzi accettabile. Lavorare con coltivatori che riescono a guadagnarsi da vivere dignitosamente è sempre meglio: loro sono felici, e lo siamo anche noi. Dopotutto, la nostra attività si basa sulla disponibilità di prodotti", conclude Pol.

Per maggiori informazioni:
Pol Dendauw
Calsa 
Roeselaarsestraat 9b
8850 Ardooie, Belgio
+32(0) 51 74 73 74
pol@calsa.be 
www.calsa.be


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto