Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Gli avocado Maluma, coltivati in Israele, sono in viaggio verso Ue, Cipro e Turchia

La cultivar di avocado sudafricano a resa più elevata, Maluma, con circa 100mila alberi che stanno entrando in piena produzione in Israele, renderà in questa stagione circa 300 tonnellate da esportare in Europa. Il licenziatario che ha portato la cultivar in Israele nel 2014, Oren Wallach, della Oren Nursery, afferma che Cipro ha avviato le coltivazioni, mentre la cultivar deve ancora essere introdotta in Turchia.

"Poiché le persone non conoscono ancora molto bene la cultivar Maluma, i prezzi sul mercato sono in linea con quelli dell’Hass. I produttori israeliani ottengono dal Maluma una resa di 20-25 tonnellate per ettaro. È un'opzione decisamente migliore rispetto alla varietà Hass, perché il Maluma registra un’alternanza di produzione inferiore rispetto all’Hass: un anno ad alta resa seguito da un anno a basso resa. Sono un vivaista, vendo gli alberi a grandi cooperative e aziende agricole che detengono circa il 70% del mercato israeliano. L'anno scorso hanno iniziato ad esportare in Europa una piccola quantità di Maluma, circa 100 tonnellate. È stato molto apprezzato sul mercato dell'Ue, ma troppo poco per trarre risultati conclusivi. Quest'anno esporteranno circa 300 tonnellate nell'Ue", spiega Wallach.

Wallach dice che il Maluma copre solo circa 200 ettari dei 14.000 ettari di frutteti di avocado di Israele. Da quando è entrato in Israele nel 2013, la quantità totale di alberi di Maluma venduti finora è di circa 100.000 piante. Ha un nocciolo più piccolo, il 10%-15% della polpa del frutto, con più polpa rispetto all’Hass, che ha un volume del 20%.

"L'industria israeliana dell'avocado si affida fondamentalmente alla varietà Hass. Il problema principale degli agricoltori è che viene prodotta solo una media di 14 tonnellate per ettaro. Si tratta di una resa molto bassa che, con i nostri costi di coltivazione, non è sufficiente per vivere. Questo è uno fra gli altri motivi principali per cui ho portato qui in Israele la cultivar Maluma. L'altro problema con l’Hass è che, negli impianti datati, gli alberi producono frutti di piccolo calibro. Ultimamente, così come negli ultimi sette anni, abbiamo alcune malattie fungine nei frutteti. Anche piantare gli alberi nei campi è difficile".

"Il Maluma non sostituirà l’Hass, ma crescerà e sarà commercializzato contemporaneamente. I primi alberi piantati nel 2017 entreranno ora in piena produzione. La scorsa stagione c'è stata una resa abbondante in Israele, con oltre 200mila tonnellate. Ciò ha causato un calo dei prezzi, quindi gli agricoltori dovrebbero verificarne le possibilità. Finora i prezzi dell’avocado sui mercati sono stati buoni, ma non c'è ancora una grande richiesta per le piante di Maluma. Sospetto che sarà come due anni fa, quando abbiamo venduto circa 35.000 piante di Maluma".

"Mi aspetto che le vendite aumentino gradualmente man mano che le persone impareranno a conoscere l'altissima qualità dei frutti di questa cultivar. Il nostro mercato locale consuma circa 60-70.000 tonnellate l'anno. Le persone inizieranno lentamente a riconoscere la qualità perché molti giovani amano mangiare frutta salutare nei ristoranti e non solo. Gli israeliani amano l’avocado e ne consumano circa 9,5 kg pro capite l'anno", afferma Wallach.

Wallach ha portato la cultivar Maluma dal Sudafrica in Israele nel 2013 da Andre Ernst, del vivaio Allesbeste, che Wallach considerava "uno dei più grandi esperti di avocado al mondo".

"Purtroppo è deceduto a causa del Covid-19. Il vivaio possiede i diritti del Maluma in Sudafrica e in tutto il mondo. L'ho comprato da loro e sono l'agente per Israele, Cipro e Turchia. La coltivazione di Maluma è appena iniziata a Cipro, mentre è ancora in fase di introduzione in Turchia. La Maluma è una grande varietà che dà un valore aggiunto al coltivatore e al consumatore", sottolinea Wallach.

Per maggiori informazioni:
Oren Wallach
Oren Nursery
+972 522 798 840
wallach.oren@gmail.com 
www.orennursery.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto