I prezzi delle uve da tavola indiane saranno simili a quelli dell'anno scorso

La stagione dell'uva da tavola indiana ha registrato dei ritardi a causa delle piogge eccessive, come afferma Samir Singh, promotore commerciale per l'azienda indiana d’esportazione di uva da tavola Mersel Foods: "Le lunghe e abbondanti piogge hanno ritardato il processo di potatura di 2-3 settimane nella principale regione di coltivazione dell'uva da tavola di Nashik, il che significa che il raccolto sarà ritardato di un paio di settimane. Attualmente, le condizioni meteo sono perfette per una sana crescita dei grappoli e le previsioni per le prossime settimane sembrano promettenti. Ci aspettiamo un buon volume e un raccolto di qualità nella prossima stagione. Dalla seconda metà di febbraio alla seconda metà di aprile, saranno disponibili volumi importanti per l'esportazione".

Tuttavia, le uve da tavola precoci vengono già spedite all'estero, spiega Singh. Ma i costi di trasporto verso i mercati russi sono molto alti. "Le prime uve da tavola della zona di Satana, nel Maharashtra, sono già arrivate in Russia. Ma la stagione delle piogge, che è durata fino all'inizio di ottobre, ha avuto un impatto negativo sulla qualità del raccolto precoce. La maggior parte delle compagnie di navigazione attualmente non gestisce navi dirette verso i porti russi. Coloro che operano stanno attualmente applicando tariffe di trasporto astronomiche, dell'ordine di 10.500 dollari per un container refrigerato da Mumbai a Novorossijsk. Inizieremo ad esportare in Russia dalla settimana 48".

Fortunatamente, la Russia non è l'unico mercato d’esportazione della Mersel Foods, dice Singh. Inoltre, l'azienda sta introducendo nuovi imballaggi per ridurre l'uso della plastica: “Nella prossima stagione, continueremo con i nostri mercati esistenti, che sono Europa, Regno Unito, Russia e Canada. La Thompson sarà la nostra varietà principale di uva da tavola da esportazione. Esporteremo anche alcuni volumi delle varietà Sonaka, Crimson e Flame. La scorsa stagione abbiamo sperimentato con successo i cestini in carta, in alternativa a quelli di plastica. Quest'anno prevediamo di fornire regolarmente questo formato di imballaggio. Sebbene si sia pianificato di esportare circa 400 container nella prossima stagione, guarderemo con interesse e cautela a come il mercato reagirà alle uve da tavola peruviane e sudafricane, visto l'impatto degli alti costi energetici e dell'elevata inflazione in Europa".

Singh sottolinea che l'India è uno dei Paesi che non devono fare i conti con l'enorme inflazione o con i folli prezzi dell'energia, il che è positivo per i prezzi complessivi dell'uva da tavola. “L'India è rimasta per lo più immune agli alti costi energetici che attualmente causano iperinflazione e una riduzione della domanda di prodotti di consumo in molti Paesi. Le quotazioni dell'uva da tavola in India dovrebbero essere più o meno allo stesso livello dell'anno scorso. Le elevate tariffe energetiche hanno determinato in molti Paesi un ulteriore aumento del costo del materiale di imballaggio importato, anche se nella prossima stagione è prevista una considerevole riduzione delle tariffe di trasporto via mare verso l'Europa, che allenterà la pressione sul costo allo sbarco delle uve da tavola indiane in Europa. Nel complesso, siamo piuttosto preoccupati per la risposta del mercato alle sfide prevalenti in Europa e nel Regno Unito. La situazione imprevedibile in Russia ci tiene sulle spine”, conclude Singh.

Per maggiori informazioni:
Mr. Samir Singh
Mersel Foods Pvt. Ltd.
Tel: +371-29516075
Email: samir@unisel.lv 
www.merselfoods.com 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto