Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Nonostante l'aumento del 28 per cento delle esportazioni

Prezzi più bassi sul mercato mondiale per i mirtilli peruviani

Nonostante il Perù esporti il 28% in più di mirtilli sui mercati mondiali, i prezzi medi sono inferiori rispetto allo scorso anno. Fino alla fine della settimana 46, il Paese ha raggiunto 33 mercati con 217mila tonnellate di mirtilli. A riferirlo è Luis Miguel Vegas, direttore generale della Proarandanos. "Rispetto allo stesso periodo della scorsa stagione, abbiamo spedito il 52% in più negli Stati Uniti, il 31% in più in Europa, il 14% in più in Cina e il 2% in più verso altre destinazioni".

La guerra in Ucraina e gli alti costi di input stanno erodendo i margini di guadagno dei produttori peruviani di mirtilli, secondo Miguel Vegas. Proarandanos è l'Associazione peruviana dei coltivatori ed esportatori di mirtilli. "In questa stagione, il prezzo medio FOB è di 5,47 dollari/kg. La scorsa stagione era di 5,85 dollari. Da un lato, i prezzi sono più bassi rispetto alla stagione precedente perché in Europa le conseguenze della guerra si ripercuotono sulle vendite. Dall'altro, i costi hanno continuato ad aumentare".

"Poiché il 99% della frutta del Perù viene spedito via mare, il trasporto ha un forte impatto sui costi che rimangono elevati e non sono tornati ai livelli pre-pandemia. Ciò significa che il margine di profitto dei produttori per ettaro si è ridotto. Si sono trovati nella situazione in cui i prezzi di mercato erano bassi e i costi degli input di produzione continuavano ad aumentare. Il contesto internazionale ha fatto sì che i costi continuassero a salire. Ecco perché abbiamo fatto questo annuncio, affinché i diversi stakeholder fossero consapevoli dell’aumento dei costi. L'industria peruviana dei mirtilli "non è immune da questo contesto globale. Dobbiamo essere consapevoli che le condizioni sono cambiate. I margini si sono ridotti e continuano a ridursi. Ecco perché possiamo senz’altro dire che è una stagione impegnativa".

"Speriamo che i costi di trasporto tornino ai livelli pre-pandemia e che anche i mercati rispondano meglio. Devono continuare a incentivare i nostri coltivatori verso la sostenibilità del settore, perché possiamo fornire una disponibilità di 52 settimane. Abbiamo un ottimo prodotto, il Perù sta facendo un buon lavoro e possiamo offrire una fornitura costante di frutta buona per tutta la stagione. Abbiamo il clima per fornire ottimi mirtilli per tutto l'anno".

Diversificazione dei mercati e prospettive future
I mirtilli del Perù hanno raggiunto nuovi mercati rispetto agli anni precedenti. Oltre a quelli principali (Stati Uniti, Europa e Cina), i nuovi mercati includono il resto dell'America Latina (America centrale e Brasile), il Medio Oriente e l'Asia, tra cui India, Malesia, Taiwan e Singapore.

Il Perù ha attualmente 18.000 ettari registrati, con 65 diverse varietà piantate. "C'è stata un'evoluzione da quando, nel 2016, avevamo 1.932 ettari con 13 varietà diverse. Nel 2016, la Biloxi era la varietà principale, mentre ora rappresenta solo il 25% delle piantagioni complessive. Abbiamo aumentato gli ettari coltivati con nuove varietà".

"Abbiamo già sostituito le varietà più datate con le nuove. Non prevediamo grandi investimenti nell’estensione dell’area di coltivazione. Vediamo che le aziende hanno molti appezzamenti di prova, con circa 10 varietà piantate, ma alla fine scelgono solo le 4 più adatte. Non prevediamo una crescita futura del volume proveniente da nuovi ettari, ma piuttosto da ettari più produttivi che sono stati rinnovati, poiché, man mano che le piante matureranno, diventeranno sempre più produttive. La nostra crescita annuale è di 1.000 nuovi ettari, mentre cinque o sei anni fa registravamo una crescita di 3.000 ettari all'anno. L’aumento in ettari è rallentato. Nei prossimi quattro o cinque anni, vedremo una maggiore crescita dei volumi prodotti dalle nuove varietà sostitutive più produttive", conclude Miguel Vegas.

Per maggiori informazioni:
Luis Miguel Vegas
Proarandanos
Tel: +51 980 503 363
Email: contacto@proarandanos.pe 
Web: www.proarandanos.org


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto