Ue: il valore della produzione agricola nel 2021 è aumentato dell'8%

Nel 2021 la produzione agricola nell'Ue è stata valutata a 449,5 miliardi di euro a prezzi base, con un aumento dell'8% rispetto al 2020. Questa variazione è derivata da un aumento del prezzo dei beni e servizi agricoli nel complesso (stimato +7,5%), con un volume di produzione rimasto poco modificato rispetto al 2020 (stimato +0,8%). Le informazioni provengono dai conti economici per l'agricoltura (EAA) per il 2021 pubblicati da Eurostat. 

Quasi tre quarti del valore della produzione agricola dell'UE nel 2021 provenivano da sette Stati membri; si trattava di Francia (82,4 miliardi di euro, pari al 18% del totale dell'UE), Italia (61,2 miliardi di euro, o 14%), Germania (59,2 miliardi di euro, o 13%), Spagna (57,1 miliardi di euro, o 13%) , Paesi Bassi (30,6 miliardi di euro, o 7%), Polonia (27,9 miliardi di euro, o 6%) e Romania (21,1 miliardi di euro, o 5%).

La maggior parte degli Stati membri dell'UE ha registrato un aumento del valore della produzione agricola nel 2021 rispetto al 2020. I tassi di aumento più marcati sono stati registrati in Bulgaria (+37%), Romania (+25%) e Cechia (+16%) . Al contrario, i valori della produzione agricola in Finlandia, Malta e Cipro sono rimasti sostanzialmente invariati nel 2021 rispetto ai rispettivi livelli del 2020 e sono diminuiti in Danimarca (-2%) e Slovenia (-4%). Tra gli altri Stati membri chiave, il valore della produzione agricola è aumentato del 10% in Spagna, dell'8% in Francia e nei Paesi Bassi, del 6% in Italia e Polonia e del 3% in Germania. 

Poco più della metà (55%) del valore della produzione agricola dell'UE nel 2021 proveniva dalle colture (248,7 miliardi di euro, +13% rispetto al 2020). Poco più di un terzo (36%) proveniva da animali e prodotti animali (163,1 miliardi di euro, +3% rispetto al 2020). La quota residua proveniva da servizi agricoli e attività secondarie. I costi di input agricoli dell'UE non correlati agli investimenti (consumi intermedi ) sono stati del 10% più elevati nel 2021 rispetto al 2020. Le variazioni del valore della produzione agricola e dei consumi intermedi nel 2021 hanno comportato un aumento del 6% del valore aggiunto lordo generato dall'agricoltura.

Fonte: Agroalimentarenews


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto