Athol Currie – The Fruit Farm Group South Africa

Si chiude la stagione dell'avocado del KwaZulu-Natal, dopo un avvio ritardato

"La maggior parte dei produttori di avocado del KwaZulu-Natal sta terminando la stagione. Sfortunatamente, il recente sciopero portuale ha interrotto in anticipo quella che speravamo sarebbe stata una lunga stagione delle esportazioni. I raccolti eccezionali in Israele e Spagna hanno causato un inizio ritardato del raccolto in alcune regioni di metà stagione, che ha avuto a sua volta un effetto a catena nel KwaZulu-Natal. In alcune aree abbiamo iniziato con un ritardo da 6 settimane a 2 mesi rispetto al solito", afferma Athol Currie, responsabile regionale delle attività subtropicali di The Fruit Farm Group South Africa.

"In questa stagione, alcuni produttori di avocado ritarderanno il loro raccolto a dicembre".

Athol Currie delle operazioni subtropicali di The Fruit Farm Group South Africa (foto di Carina Wessels, Blue North Sustainability)  

Anche la combinazione di raccolta tardiva, tempistica delle navi e tempi di trasporto sul mercato allungati, si è aggiunge alle sfide di questa stagione. Athol dice che, nelle ultime settimane, il prezzo locale dell'avocado ha registrato un incremento.

I dati sulle esportazioni finali per l'industria sudafricana dell'avocado, saranno probabilmente compresi tra 16,5 milioni e 17 milioni di cartoni da 4 kg.

"Sono in arrivo nuove produzioni, ma i volumi sono ancora inferiori ai livelli record del 2018. Con i volumi maggiori provenienti dalla maggior parte degli operatori globali, c'è stato un forte aumento degli arrivi di frutta sul mercato europeo", afferma Athol, osservando che, dal 1998, questa è stata la stagione dell'avocado più impegnativa che ricordi.

Waterford Farm a Richmond, nelle Midlands del KwaZulu-Natal dove, da otto anni, non si utilizzano agrofarmaci (foto fornita da TFFGSA)

Un Dollaro forte si allinea all'Euro
"Preoccupano i maggiori costi di immissione della frutta sul mercato, compresi i costi di input dell'azienda agricola. Abbiamo registrato forti aumenti dei prezzi dei fertilizzanti e dei prodotti chimici, nonché dei costi del carburante agricolo e di trasporto per gli impianti d’imballaggio, i centri di distribuzione e i porti. Anche i prezzi degli imballaggi hanno registrato un forte aumento. E anche se stiamo realizzando prezzi di vendita in euro più o meno simili a quelli degli ultimi cinque o sei anni, l'aumento dei costi ha seriamente influito sul prezzo di vendita per molti coltivatori".

Athol aggiunge: "La maggiore forza del Dollaro rispetto all'Euro, e un indebolimento del Rand, è un'anomalia che non abbiamo mai visto prima: tutte le nostre spese di spedizione sono in Dollari. Un Dollaro molto forte che si allinea all'Euro ha scatenato la tempesta perfetta che impatta ulteriormente sui profitti del produttore".


Incentivo all’abbassamento dei costi per una riduzione degli input di agrochimici
Athol dice che gli piace pensare che l'industria abbia toccato il punto più basso della curva. "Non credo che torneremo ai livelli precedenti e dovremo adattarci alla nuova normalità. Dobbiamo davvero tenere d'occhio i nostri costi, capire come risparmiare a livello di azienda agricola, iniziando dai nostri frutteti".

Gli avocado richiedono costi di input relativamente inferiori rispetto alla maggior parte delle altre colture
"Gli avocado sono meno soggetti ai parassiti e quindi il raccolto si presta naturalmente a un approccio meno invasivo. Poiché gli avocado non maturano sull'albero e hanno un contenuto zuccherino naturale estremamente basso, non sono un ospite invitante per i parassiti".

Nella Waterford Farm di The Fruit Farm Group a Richmond, KZN, i pesticidi non vengono utilizzati da otto anni e Athol ha accettato che gli interfilari dei frutteti sembrino un po' trascurati perché le colture naturali e green, accuratamente selezionate, prendano il controllo del frutteto.

Attualmente, stanno conducendo dei trial sull'integrazione di erbivori come bovini e ovini nei frutteti dell'azienda, che ridurranno ulteriormente la dipendenza da fertilizzanti e input chimici.

"I coltivatori di avocado si stanno preparando a un approccio più olistico. Lo noto sempre di più".

Per maggiori informazioni:
Athol Currie
The Fruit Farm Group South Africa
+27 33 212 1264
athol@tffgsa.co.za
www.thefruitfarmgroup.com/en/countries/south-africa


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto