Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Emilia Romagna già in prima linea

In arrivo dall'Unione europea contributi per il settore patate

La nuova Pac porta in dote una novità importante per il settore patate: l'introduzione dei contributi. La nuova programmazione del Piano strategico nazionale 2023-2027 ha ammesso che i singoli Stati membri possano finanziare ulteriori settori produttivi e l'Italia ha optato per quello pataticolo. In Emilia-Romagna, la Regione ha riconosciuto tre Organizzazioni di produttori regionali che hanno presentato il proprio programma operativo (Orogel, Patfrut, Apofruit).

"Quando arrivano dei contributi è sempre positivo - commenta Riccardo Rocchi, coordinatore di Agripat - ma si tratta solo di soluzioni palliative. Non sono un'elemosina, ma un qualcosa di dovuto per sostenere questi 'missionari' della produzione. Quello che conta è avere soluzioni a lungo termine affinché i produttori possano produrre e fare reddito. E così tutta la filiera. I produttori di patate dell'Emilia Romagna sono demoralizzati: occorre fare qualcosa di concreto per salvare la filiera. Non si possono togliere principi attivi da un giorno all'altro senza valide alternative".

Il fondo, finalizzato a finanziare le attività strategiche per rendere maggiormente competitivo questo settore, ammonta a 3,4 milioni di euro determinato sul valore della produzione commercializzata, dichiarata di 34,9 milioni di euro.

Gli aiuti Ue varranno 1,7 milioni di euro e serviranno a favorire gli investimenti delle aziende agricole nell'acquisizione di macchine e attrezzature specifiche e nell'applicazione di tecniche produttive a basso impatto ambientale. I contributi di Bruxelles saranno anche impiegati per le iniziative di promozione commerciale delle patate e per l'ammodernamento delle strutture di lavorazione e conservazione dei prodotti.

Dopo le valutazioni della Regione sui programmi operativi dal 1° gennaio 2023, le misure saranno attuate su tutto il territorio regionale.


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto