Héctor Mallol, direttore commerciale della Naturnar:

"I mercati dovrebbero accettare il prezzo a cui i coltivatori devono vendere i loro frutti"

Ad Alicante si stanno già raccogliendo le arance della nuova campagna 2022/23. "La nostra attività di magazzino si concentra quasi per il 90% sulle arance dal momento che, per quanto riguarda i limoni e mandarini, di solito lavoriamo direttamente sul campo. Soprattutto il frutto con foglia", spiega Héctor Mallol, direttore commerciale della Naturnar.

"Gli agrumi con foglia non subiscono alcun trattamento post-raccolta. Vengono raccolti e confezionati sul campo, e li spediamo direttamente ai nostri clienti, senza che passino dal magazzino. Oltre a limoni e mandarini con foglia, commercializziamo anche arance con foglia, caricando ogni settimana volumi importanti per i mercati tradizionali come Paesi Bassi, Germania, Regno Unito e Italia, sebbene i nostri agrumi vengano spediti anche al di fuori dell'Europa".

"I nostri principali marchi, NATURAR e AURORA, sono già presenti in destinazioni come Emirati Arabi Uniti, Oman, Arabia Saudita, Qatar, Malesia, Singapore e Canada".

L'anno scorso, Naturnar ha commercializzato un totale di 12.000 tonnellate di arance, oltre a 3.000 tonnellate di mandarini e 4.000 tonnellate di limoni, e quest'anno prevede una crescita del volume fino a 25.000 tonnellate. "A febbraio abbiamo acquisito nuovi macchinari per le nostre strutture e abbiamo recentemente ricevuto la certificazione IFS per l'impegno dell'azienda nel continuare la sua espansione internazionale".


Krystel Guerrero Roca, direttore e proprietario della Naturnar, e Héctor Mallol.

"Inoltre, il Fruit Attraction di quest’anno è stato un punto di svolta per noi. Abbiamo avuto modo di rafforzare i rapporti commerciali che già avevamo e abbiamo avuto la possibilità di sviluppare alcuni nuovi progetti", ha affermato il direttore commerciale della Naturnar.

I mercati accetteranno il prezzo della frutta di quest'anno?
La stagione delle arance spagnole sta iniziando in un momento in cui l'Europa richiede molte arance di calibro grande, secondo Héctor, poiché ciò che è rimasto delle importazioni dal Sudafrica e da altre origini d'oltreoceano, sono frutti di calibro più piccolo.

"Per ora non c'è ancora richiesta di calibri più piccoli, ma si pagano prezzi adeguati per quelli più grandi perché la frutta che arriva ora ha una qualità eccellente".

"Potremmo dire che i prezzi pagati nelle ultime due settimane sono accettabili ma, per l’andamento naturale del mercato, la scorsa settimana c'è stata una maggiore pressione al ribasso. Ma tutti dovrebbero capire che quest'anno sarà diverso. Non potremo mai vendere frutta ai prezzi dell'anno scorso", ha detto Héctor.

"L'elettricità costa il doppio per tutti e anche le casse di cartone, il gas, e altre materie prime sono più care. Tutti i costi di produzione sono aumentati".

"Diverse aziende della zona sono fallite, a causa delle perdite che accumulavano da anni. È una cosa che non dovrebbe mai accadere, e ancor meno quando c'è una legge che vieta di vendere a prezzi inferiori ai costi di produzione".

"Dal mio punto di vista, penso che la domanda di arance non cambierà. I mercati dovrebbero accettare il prezzo a cui i coltivatori devono vendere i loro frutti", ha affermato Héctor Mallol. "Ci dovrebbe essere una sorta di organismo di regolamentazione a cui dovrebbero aderire tutte le società della regione di Valencia, che stabilisca i costi minimi di produzione e assicuri che nessuno venda a prezzi inferiori a quel valore. Ma ciò richiede l’unità e l'impegno di tutto il settore".

"Anche la regolamentazione delle importazioni dovrebbe essere considerata una questione chiave. La frutta non dovrebbe assolutamente essere importata da altre origini senza alcun tipo di controllo. I produttori spagnoli sono chiamati a soddisfare requisiti che non si applicano a nessun altro, e non solo a livello nazionale, ma anche europeo".

Per maggiori informazioni:
Naturnar
Ctra. Hurchillo Arneva, 1
03300 Orihuela, Alicante - Spagna
hector@naturnar.com
www.naturnar.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto