José Blanco - Cristalplant:

"L'inizio della campagna si sta dimostrando difficile per zucchine e pomodori nella parte orientale di Almeria"

"La campagna ha avuto un inizio molto difficile a causa dell'esorbitante quantità di parassiti e virus con cui i produttori si trovano ad avere a che fare. Molte piantagioni di pomodori sono state sradicate a causa del ToBRFV; alcune piantagioni di peperoni e zucchine sono colpite da afidi e anche da batteri, in particolare dal Clavibacter - afferma José Blanco del vivaio Cristalplant - In base a quanto ci dicono i clienti, ci sono problemi sul campo legati all'igiene delle piante che stanno generando un po' di ansia. E sebbene questa sia basata più sulla paura che sui fatti, la realtà è comunque piuttosto difficile".

"L'inizio della campagna è stato particolarmente difficile nella parte orientale di Almeria e ciò sta aumentando le prospettive per la campagna delle angurie - afferma José Blanco - In effetti, le previsioni sono di un aumento della produzione di angurie, poiché abbiamo preso impegni particolarmente solidi che ci permetteranno di produrre un numero maggiore di piante".

"Il 3 dicembre contiamo di consegnare le prime piantine di anguria dalle nostre serre, in modo che possano essere piantate nelle zone più precoci. In totale, quest'anno prevediamo di commercializzare quasi 6 milioni di piantine. Per quanto riguarda i meloni, la nostra produzione sarà di circa 5 milioni di unità".

Per quanto riguarda i pomodori, gli alti costi energetici porteranno molte serre dell'Europa centrale e settentrionale a spegnere le luci quest'inverno e, sebbene non ci siano ancora dati ufficiali sull'espansione della superficie di questa stagione ad Almeria, Cristalplant ha confermato l'aumento dell'acquisto di piantine. "Per quanto riguarda i pomodori, siamo cresciuti del 10%, raggiungendo quasi 10 milioni di piantine. Questa crescita è dovuta soprattutto al prezzo che i pomodori hanno raggiunto sul mercato, soprattutto quelli a grappolo".

Sul lato opposto della bilancia, le vendite di zucchine hanno finora mostrato un andamento diverso. "Quest'anno abbiamo venduto molte meno zucchine per diversi motivi. Prima di tutto il prezzo. L'andamento del nostro settore è fortemente dipendente dal prezzo e, dato che i peperoni hanno raggiunto buoni prezzi, ci sono stati produttori che hanno esteso la produzione a scapito di altre colture, comprese le zucchine. Allo stesso tempo il previsto calo della produzione di cetrioli nei Paesi Bassi ha indotto alcuni dei nostri clienti a passare dalla coltivazione di zucchine a quella di cetrioli".

Complessivamente, Cristalplant prevede di produrre circa 8 milioni di piante di zucchine durante la stagione, rispetto agli 11 milioni di piante di cetriolo (di cui 1 milione innestate) che intende commercializzare. La produzione di melanzane, invece, sarà di un solo milione di unità, di cui la metà innestate.

"Per quanto riguarda i peperoni, quest'anno abbiamo avuto una buona stagione e, quando la stagione finirà all'inizio dell'estate, avremo prodotto circa 25 milioni di piante", ha dichiarato José Blanco.

Si tratta di una quantità che nessun altro ortaggio prodotto da Cristalplant può raggiungere. "Le vendite di peperoni sono aumentate notevolmente durante la stagione, soprattutto per questioni di costi. Molte persone tengono conto del fattore manodopera nelle loro piantagioni e per questo motivo abbiamo notato un passaggio da colture più impegnative, come i pomodori ciliegino, ad altre con costi più bassi, come i peperoni".

Per maggiori informazioni:
Cristalplant
+34 950 565 032
Paraje La Cumbre s/n
04717 San Agustín, El Ejido, Almeria - Spagna
cristalplant.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto