Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Questa permette loro di andare avanti con la campagna

Trentacinque aziende produttrici di cachi non ricevono più anidride carbonica

L'anidride carbonica (CO₂) è un elemento fondamentale per eliminare l'astringenza dei cachi Rojo Brillante e per consentire il loro consumo fresco, in modo da potere godere del loro dolce sapore. Nella maggior parte degli stabilimenti di confezionamento, il trattamento dell'astringenza viene effettuato in camere ad atmosfera controllata con CO₂. La procedura consiste nel lasciare la camera priva di ossigeno, con livelli di CO₂ che raggiungono il 98%. In questo ambiente, l'astringenza del cachi scompare in 1 o 2 giorni.

Non solo il costo è triplicato, ma uno dei fornitori di questo gas, da cui dipendevano 35 aziende di cachi, ha interrotto le forniture, costringendole a interrompere i raccolti, in un anno in cui la produzione è stata significativamente ridotta a causa dell'influenza del clima, come denunciato dall'Associazione spagnola del cachi.

"Abbiamo ricevuto la fornitura di CO₂ in quantità molto ridotte, ma ora non ne riceviamo più da giorni. Il fornitore del gas era la società Carburos Metálicos, con la quale circa 35 aziende produttrici e commercializzatrici di cachi hanno un accordo di esclusiva e con la quale abbiamo firmato un contratto di fornitura che non è stato rispettato", ha dichiarato Pascual Prats, presidente dell'Associazione Spagnola dei cachi.

"La CO₂ è uno dei fattori produttivi il cui costo è aumentato maggiormente a causa della sua limitata disponibilità. Stiamo pagando il 300% in più rispetto alla scorsa stagione, anche se è di vitale importanza per poter commercializzare i cachi. Non sappiamo quale sia la causa di questa mancanza di fornitura, perché non ci stanno dando alcuna spiegazione, quindi sicuramente intraprenderemo un'azione legale contro l'ente".  

La fornitura nell'attuale campagna di cachi Rojo Brillante, iniziata all'inizio di ottobre, si è ridotta di oltre la metà rispetto all'anno precedente, nonostante i prezzi siano buoni, secondo Pascual Prats. "Abbiamo urgentemente bisogno di questo gas per continuare a lavorare e poter fornire i cachi ai nostri clienti. Questa situazione, così come i continui aumenti di prezzo, sta portando molti a considerare l'uso di altri metodi di trattamento per eliminare l'astringenza, tra cui l'etanolo, che è quello che si usava anni fa prima di essere abbandonato, a causa del suo costo elevato e delle maggiori difficoltà che comportava".

Per maggiori informazioni:
Pascual Prats
Asociación Española del Kaki
Calle Isabel la Católica, 6 - Pta. 9 y 10
46004 Valencia, Spagna
+34 902 920 515
info@aekaki.es 
www.aekaki.es


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto