Stephan van Marrewijk (Vicasol): "Si scontreranno produzione e consumo"

"Quest'inverno ci sarà carenza di pomodori olandesi sui mercati, ma nessuno sa ancora cosa accadrà"

Ad Almeria è in corso la stagione ortofrutticola autunnale, con la raccolta già in pieno svolgimento di colture come zucchine, melanzane, peperoni quadrati e cetrioli, e con volumi che nelle ultime settimane sono aumentati, provocando un calo dei prezzi rispetto agli alti livelli raggiunti a settembre e inizio ottobre. Tuttavia, nel caso dei pomodori, ci vorranno ancora da 2 a 3 settimane prima che si raggiungano volumi significativi.

"Quest'anno, la raccolta dei pomodori è stata ritardata ad Almeria, mentre in altre origini europee, come i Paesi Bassi, la fine della campagna è arrivata troppo velocemente. Ciò si traduce in una fornitura bassa e prezzi elevati sui mercati europei", ha affermato Stephan van Marrewijk, del dipartimento commerciale di Vicasol.

La maggior parte dei coltivatori di pomodori olandesi non coltiverà quest'inverno a causa del notevole aumento del prezzo dell'energia, necessaria per riscaldare e illuminare le serre, utilizzate soprattutto per la coltivazione di pomodori a grappolo. "Alla luce di queste previsioni, Almeria ha aumentato la superficie coltivata a pomodori rispetto alla stagione precedente per tutte le varietà, ma soprattutto per tali pomodori, che negli ultimi anni avevano perso terreno a causa delle difficoltà di produzione, a differenza di quanto accade nei Paesi Bassi", ha dichiarato il commerciante olandese di Vicasol.

La cooperativa di Almeria produce circa 240mila tonnellate di ortaggi ogni anno, di cui circa il 45% sono pomodori. "Nel nostro caso, abbiamo solo leggermente aumentato la nostra produzione di pomodori. I produttori indipendenti sono forse quelli che hanno scommesso di più sull'espansione della superficie coltivata a pomodori e, più specificamente, a pomodori a grappolo", dice Stephan.

Secondo Stephan, "quest'inverno la carenza di pomodori olandesi sui mercati sarà sicuramente evidente, ma nessuno sa ancora cosa accadrà, perché bisogna tener conto che i costi di produzione sono aumentati di circa il 20%, e questo di per sé sta alzando il prezzo del prodotto sugli scaffali. Se ci saranno carenze nella fornitura dei pomodori e i prezzi saliranno, è probabile che i consumi ne risentiranno, soprattutto considerando che la situazione economica sta peggiorando".

"Vale la pena notare che anche l'industria del trasformato chiede più pomodori, poiché il consumo di prodotti in scatola sembra essere in aumento, da quando è iniziata l'attuale crisi inflazionistica e, se i prezzi del settore aumenteranno, anche quello medio dei pomodori freschi ne risentirà. Alla fine, ci sarà uno scontro: produzione vs consumo. In questo momento, è di gran lunga preferibile iniziare con prezzi alti, anziché saturare la fornitura", ha concluso Stephan van Marrewijk.

Per maggiori informazioni:
Stephan van Marrewijk
Vicasol
04738 Puebla de Vícar, Almeria - Spagna
+34 950 55 32 00
stephan@vicasol.com 
www.vicasol.es


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto