Un lotto con oltre 10.000 piante illegali è stato scoperto a Lorca

Il Comitato per la gestione dell'Orri intensifica il controllo sulle grandi aziende agricole non autorizzate

Il Comitato di gestione dell'Orri (ORC) ha intensificato il controllo delle grandi aziende agricole non autorizzate, dove la varietà di mandarino Orri è più difficile da individuare, e ha scoperto più di 10.000 piante illegali in un'azienda agricola di Lorca (Spagna).

Per l'individuazione di queste aziende agricole, l'ORC si è avvalso della sua OrriApp, un'innovativa tecnologia informatica progettata per il controllo delle varietà vegetali protette che consente di identificare in tempo reale gli appezzamenti non autorizzati, nonché di droni di ultima generazione dotati di telecamere multispettrali per identificare la varietà dall'alto.

Guillermo Soler, responsabile del Comitato di gestione dell'Orri, ha dichiarato: "Grazie a questa applicazione innovativa sviluppata dall'ORC, è stato possibile individuare praticamente tutte le aziende agricole Orri non autorizzate in Spagna e Portogallo".

L'ORC ha sviluppato un sistema di controllo completo per i mandarini Orri utilizzando le tecnologie più avanzate. Oltre alle applicazioni mobili e ai droni già citati, The Enforcement Organization, S.L. (TEO), licenziatario principale della varietà in Spagna e Portogallo, si avvale di marcatori molecolari sviluppati in collaborazione con i principali centri di ricerca, che consentono di identificare inequivocabilmente il mandarino Orri rispetto ad altre varietà disponibili sul mercato.

Individuazione di un lotto illegale con oltre 10.000 piante
Come risultato del suo ampio lavoro di controllo, l'ORC ha recentemente fornito a The Enforcement Organization, S.L. informazioni su un'azienda agricola con più di 10.000 piante di Orri non autorizzate nel comune di Lorca. Queste informazioni sono state immediatamente trasmesse da TEO al tribunale, che lo scorso luglio ha concesso alla Guardia Civil il permesso di effettuare i campionamenti necessari per un'analisi genetica.

Le analisi con i marcatori molecolari hanno confermato l'identificazione delle piante presenti nell'azienda come appartenenti alla varietà protetta Orri.

Siccome ci sono prove sufficienti per presumere l'esistenza di un reato, il tribunale penale ha avviato il procedimento investigativo volto a perseguire un reato contro la proprietà industriale, previsto dall'articolo 274 del codice penale spagnolo.

Oltre a questa responsabilità penale, l'autore della violazione sarà tenuto a pagare un risarcimento per la violazione dei diritti di proprietà industriale subita coltivando la varietà vegetale Orri senza la dovuta autorizzazione. Inoltre, tutto il materiale vegetale della varietà Orri presente nella piantagione illegale, così come i frutti ottenuti dalla stessa, dovranno essere smaltiti.

Per maggiori informazioni:
Orri Running Committee
www.orcspain.es


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto