Francisco de Ves, presidente della Copohnijar: "Siamo sicuri che i prezzi della categoria saliranno"

"La nostra produzione di pomodori datterino e a grappolo aumenterà del 20-30 per cento in questa stagione"

Come già previsto, secondo i primi dati si stima che, nella provincia spagnola di Almeria, la superficie coltivata a pomodori sia cresciuta tra il 7 e l'8% in questa stagione, con un notevole aumento delle varietà di pomodoro più coltivate nell'Europa centrale. Ad affermarlo è Francisco de Ves, presidente della Copohnijar.

"Per la Copohnijar, la quota totale di pomodori rimarrà simile a quella dell'anno scorso, ma siamo cresciuti del 20-30% nella produzione di pomodori datterino e a grappolo. Poiché si prevede che questo inverno i Paesi Bassi avranno più problemi nella coltivazione, per via della questione energetica, i produttori hanno deciso di coltivare le varietà che probabilmente risulteranno carenti sul mercato".

"Infatti, nell'ultima edizione del Fruit Attraction, abbiamo registrato, da parte dei clienti, un aumento della domanda di questi tipi di pomodori. Nel 2023, la prospettiva è che i Paesi Bassi inizieranno a produrre a maggio, invece che a fine febbraio/inizio marzo, come tradizionalmente, ma quest'anno le piantagioni potrebbero essere posticipate ad aprile".


Francisco de Ves e il consiglio di amministrazione della Copohnijar al Fruit Attraction 2022.

Ciò consentirà ad Almeria di avere una finestra di marketing molto più ampia in questa stagione, che andrà da novembre a maggio, e lo stesso vale per altri Paesi che esportano nell'Europa centrale, come il Marocco, ha affermato Francisco. Tuttavia, entrambi dovranno fare i conti con lo stesso problema dei Paesi Bassi, il Paese che la scorsa stagione è stato il più grande fornitore di pomodori nell'Ue: l'aumento dei costi di produzione.

"Ci possono essere momenti in cui la domanda sul mercato sarà maggiore della produzione"
Non si può ignorare che, secondo i dati provvisori del 2021, forniti dal Consiglio dell'agricoltura del governo andaluso, il prezzo dei terreni agricoli per la coltivazione di ortaggi in serre irrigue ad Almeria è aumentato del 5%, e si è attestato su 247.783 euro, raggiungendo picchi che hanno superato i 313.500 euro. Secondo quanto riferito, i canoni di locazione sono aumentati del 22%, superando gli 11.750 euro per ettaro.

"Inoltre, da gennaio 2021, il costo di costruzione di una serra è aumentato di circa il 35-40%. Ad Almeria, l'espansione della superficie coltivata a pomodori in questa stagione risponde a un'esigenza del mercato, ma dubito fortemente che questa tendenza continuerà nel breve-medio termine, se rimarranno questi costi".

Anche l'approvvigionamento idrico è un fattore limitante, secondo il presidente della Cophnijar. "Attualmente stiamo difendendo l'espansione dell'impianto di desalinizzazione di Carboneras, così come l'uso di altre strutture che sono già state costruite, come quelle di Rambla Morales".

"Nonostante i costi di produzione siano aumentati di circa il 25-30% (manodopera, fertilizzanti, fra gli altri), stiamo iniziando questa stagione con entusiasmo", afferma Francisco de Ves. "Siamo assolutamente sicuri che i prezzi dei pomodori aumenteranno, perché potrebbero esserci momenti in cui la domanda sul mercato supererà la produzione".

"Circa il 45% della nostra produzione è biologico. Coltiviamo una vasta gamma di prodotti biologici che forniamo ai nostri clienti: tutti i tipi di pomodori, melanzane, zucchine, meloni, angurie, fra gli altri. Attualmente abbiamo circa 180 ettari di produzione certificata biologica, ma il nostro programma è di ampliarla e finire questa stagione con il 50% della nostra produzione biologica", conclude Francisco de Ves.


Peperoni e angurie bio della Copohnijar.

Per maggiori informazioni:
Coprohnijar S. Coop. And.
C/ Antonio Castillo García, 1
04117 San Isidro de Níjar, Almeria, Spagna
+34 950 366 015
coprohnijar@coprohnijar.net
www.coprohnijar.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto