Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Springfresh

Scarti delle cipolle per produrre polveri, chutney e creme spalmabili

L'invasione russa dell'Ucraina all'inizio di quest'anno è stata una sfida per l'azienda polacca Springfresh. Non solo i costi energetici sono aumentati, ma è anche diventato difficile trovare manodopera. "Prima dello scoppio della guerra, avevamo molti dipendenti ucraini. All'improvviso, gli uomini sono dovuti andare in guerra, e abbiamo avuto un afflusso di rifugiati. Questo ha avuto delle conseguenze", esordisce il direttore Derreck Bac.


Derrick Bac

Derrick ha fondato l'azienda, che pulisce e trasforma verdure come cipolle, scalogno, ravanelli, cavolo rapa e cavoletti di Bruxelles, 15 anni fa. Di recente, uno degli obiettivi principali è stato il aggiungere valore ai flussi residuali di prodotti come le cipolle. "Produciamo già purea di cipolle e bulbi sottaceto, e ora siamo impegnati a sviluppare una polvere di cipolle. Non è un'impresa da poco. Di recente, la domanda del mercato si è spostata decisamente dai prodotti provenienti dalla Cina e dall'India, a quelli locali. La produzione europea, quando possibile, è considerata diversamente, e il prezzo non è più l'unico fattore decisivo".


Riso ai cavoletti di Bruxelles

"Questi nuovi prodotti aprono nuovi canali di vendita. Abbiamo sempre operato nel segmento a breve scadenza. Questi nuovi prodotti ci consentono di entrare in un settore completamente diverso del mercato alimentare. Stiamo ricevendo ordini per prodotti con una shelf life di un anno o più, come puree per zuppe e salse. Finora, abbiamo fornito principalmente supermercati e settore Horeca. Tuttavia, con questi prodotti trasformati, hai molto più a che fare con trasformatori di carne e cibo, produttori di salse, e produttori di insalata. Abbiamo già contratti per i nostri sottaceti e puree. Stiamo anche sviluppando molti nuovi prodotti come chutney di cipolle e le creme spalmabili, ma questi non sono ancora disponibili in commercio", afferma Derreck.

Purea di cipolle gialle

Springfresh, che si procura la maggior parte delle sue cipolle dai Paesi Bassi, fatica ad averle per la trasformazione. "Sono costose e non so se ci sarà abbastanza disponibilità fino alla fine della stagione. È un mercato di acquisto difficile, ma non è nemmeno un mercato di vendita facile. Devi negoziare con i clienti dei livelli di prezzo molto diversi. La maggior parte di loro è impreparata o preferisce ignorarlo. Alla fine, anche questo funzionerà. Dopotutto, i clienti hanno bisogno dei prodotti".

Gli acquirenti olandesi costituiscono una quota importante delle vendite della Springfresh. Tuttavia, in futuro, Derreck vede delle opportunità, soprattutto al di fuori dei Paesi Bassi. "In particolare, i mercati tedesco e scandinavo sono in crescita. Prevedo delle maggiori vendite anche sul mercato polacco. Molti olandesi pensano che Sulęcin, dove si trova la nostra fabbrica, sia molto lontano. Non è così. Siamo a soli 750 chilometri da Amsterdam "Sulęcin si trova proprio oltre il confine tedesco, 100 km a est di Berlino. I camion che carichiamo oggi raggiungono i clienti domani", spiega Derreck.


Chutney di cipolle rosse

"Oltre ad aggiungere valore agli scarti, ci impegniamo anche a utilizzare il calore rilasciato dalle nostre celle di refrigerazione, nell’essicazione dei prodotti. Questo è un buon esempio di imprenditorialità circolare". La gamma di cipolle trasformate consiste da anni in cipolle pelate, tagliate a dadini e affettate. " Nei prossimi anni, ci concentreremo ancora di più sull'automazione. La selezione ottica sarà il prossimo passo, ne stiamo ancora discutendo".

La Springfresh ha, quindi, già spostato il lavaggio e la trasformazione dei cavoletti di Bruxelles nei Paesi Bassi. "Ora possiamo distinguere i cavoletti leggermente macchiati da quelli marci. Questo ci consente di aggiungere valore al prodotto. E ci sono molti modi per aggiungere valore agli scarti dei cavoletti di Bruxelles, come hamburger, pesto, basi per pizza e aggiunta di foglie alle insalate. Recentemente ho partecipato a un evento con dei food blogger e sono rimasto davvero sorpreso dai molti usi dei nostri prodotti. In questo modo, possiamo usare il germoglio intero e non avere alcuno spreco", conclude Derreck.

Per maggiori informazioni:
Derreck Bac 
d.bac@springfresh.eu
Springfresh Group
+48 603 598 954
D.Bac@springfreshgroup.nl  
www.springfreshgroup.pl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto