Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il nuovo vivaio di Eryngii

I funghi convenzionali lasciano il posto agli esotici

I coltivatori di funghi stanno attraversando un periodo difficile, a causa del forte aumento dei prezzi di costo. Questo settore ha un futuro? Se dipendesse dalla Nesco, sì. Con l'espansione del suo vivaio all'avanguardia e l’introduzione di nuovi concept, questa azienda olandese sta facendo tutto il possibile per mantenere vivo il mercato biologico.

Noud Spetgens, co-proprietario della Nesco

Nesco coltiva funghi biologici. Con cinque vivai e un sesto in costruzione, è la più grande azienda del suo genere nell'Europa occidentale. L'azienda coltiva funghi bianchi, marroni ed esotici. Il mercato dei funghi offre ampie opportunità. "Durante la pandemia, la domanda ha registrato un deciso aumento, fino al 30-40% in più. Dopo Pasqua di quest'anno, le vendite sono nuovamente crollate,a causa probabilmente dell’inflazione. I consumatori non hanno più grande disponibilità di spesa. I livelli di vendita raggiunti durante la pandemia potrebbero non ripetersi più, ma c'è sicuramente spazio per espandere ulteriormente le specialità e i funghi esotici, anche nel segmento biologico", esordisce Noud Spetgens di Nesco.

Nuovo sistema di coltivazione automatizzato: meno manodopera, maggiori rese
Nesco ha convertito due vivai dove si coltivavano funghi convenzionali in aziende di coltivazione dei funghi Oyster e Shiitake. "E quest'anno aggiungeremo un nuovo prodotto: la varietà Eryngii. Stiamo ultimando una fungaia completamente nuova, quindi potremo presto offrire una gamma completa di funghi biologici che coltiviamo noi". L'incerto mercato dei funghi è stato motivo di riflessione per la Nesco, ma hanno deciso di andare avanti con i nuovi piani di costruzione. Noud attende con impazienza l'inaugurazione. "Il vivaio dispone della tecnologia più recente e un sistema di raccolta completamente nuovo. Presto saremo in grado di risparmiare il 30% solo sulla manodopera per la raccolta. E la raccolta sarà molto meno stressante", afferma Noud.

Piuttosto che letti di coltivazione sospesi lungo i quali si spostano gli operai, raccogliendo i funghi a mano, il nuovo vivaio ha previsto letti inclinati. Gli operai possono così raggiungere più facilmente il prodotto. I funghi vengono convogliati tramite un nastro ad un impianto di raccolta, dove vengono tagliati automaticamente. "Oltre a risparmiare sulla manodopera, stiamo anche aumentando la capacità. Il passo successivo è l'imballaggio automatico. Ci siamo quasi".

Una seconda possibilità per i funghi di II categoria
Per la Nesco è importante mantenere vivo il mercato biologico. "Soprattutto ora che tutto sta diventando più costoso. Ecco perché abbiamo introdotto l’etichetta Champimaatjes, con la quale commercializziamo funghi biologici di classe II, prodotti che potrebbero essere facilmente venduti sul mercato del fresco, ma presentano un'ammaccatura o una macchia o sono del calibro sbagliato. Questo combatte gli sprechi e offre un prodotto biologico a prezzi accessibili. Si possono già trovare nei negozi tedeschi. Vogliamo che i funghi biologici rimangano accessibili a tutti", spiega Noud. I principali mercati di vendita della Nesco sono Germania, Paesi Bassi, Belgio, Francia, Svizzera e Austria.

Jeroen Smits, co-proprietario di Nesco e coltivatore di Oyster e funghi esotici.

Noud è consapevole che i nuovi concept e il risparmio sulla manodopera da soli non cambieranno le sorti dell’azienda. "Qualcosa deve cambiare. I prezzi di costo sono già alti e diventeranno sempre più eccessivi. Energia, manodopera, compost, tutto sta diventando estremamente costoso. In ogni caso, ci saranno delle perdite. Anche se gli investimenti rimangono fondamentali per il nostro settore".

"Siamo orgogliosi di riuscire a mantenere vivo l’interesse delle nuove generazioni per il settore dei funghi, soprattutto ora che sta subendo così tante perdite. Dennis Nusselder è il nostro coltivatore più giovane. È cresciuto in un'azienda di coltivazione di funghi e ora gestisce una sua attività. Non è fantastico?" conclude Noud.

Per maggiori informazioni:
Noud Spetgens
Nesco B.V.
+31 (0)85 7731088 
+31 (0)6 29404559
noud@nescochampignons.nl 
www.nescochampignons.nl


Data di pubblicazione:
© /



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto