Sara Oliver, della FHF, l'unica azienda in Navarra con il marchio Reyno Gourmet

"La campagna partirà ai primi di novembre, ma stiamo già riscontrando un forte interesse per il carciofo Tudela Igp"

La campagna di uno dei prodotti più apprezzati della regione spagnola di Navarra, il carciofo di Tudela, comincerà all'inizio di novembre. "Tutti i raccolti dipendono dalle condizioni meteo e, anche se in questi si stanno raccogliendo alcuni prodotti, di fatto il caldo sta ritardando la maggior parte della raccolta", afferma Sara Oliver, della FHF. "Quest'anno abbiamo 45 ettari coltivati a carciofo dove prevediamo di raccogliere circa 12 tonnellate per ettaro, ovvero oltre 500 tonnellate".

La produzione di carciofi Tudela della FHF, l'unica azienda a fregiarsi del marchio Reyno Gourmet per i suoi carciofi freschi, viene venduta interamente sul mercato interno.

"I carciofi freschi sono commercializzati in diversi formati: il prodotto con gambo e foglie, che viene venduto a dozzine, e il prodotto senza gambo a peso", dice Sara. "E c'è una differenza importante tra questi due formati. Il carciofo con gambo e foglie rimane quasi interamente nella zona della Navarra e dei Paesi Baschi, mentre il resto della Spagna consuma il prodotto tagliato. Sembra che non tutti sappiano che il gambo è in realtà una delle parti più squisite del carciofo".

"Oltre al prodotto fresco, vendiamo i nostri carciofi Igp (Indicazione geografica protetta) anche all'industria di trasformazione, ma solitamente si tratta del prodotto di fine stagione, da metà maggio a metà giugno, che non soddisfa più le condizioni di vendita come prodotto fresco".

Dopo la prima stagione di raccolta, che durerà fino alla fine di gennaio, la zona geografica della Ribera de Navarra, protetta dal marchio Tudela Carchoke Igp, ha una seconda stagione di raccolta che coincide con la primavera e inizia a marzo.

"Quest'anno stiamo già riscontrando un forte interesse da parte degli acquirenti dei nostri carciofi Igp. L'anno scorso, la domanda è stata molto alta anche perché c'era una carenza di prodotto. Il meteo non è stato favorevole e lo straripamento del fiume Ebro ha causato molte perdite nella zona di produzione del carciofo di Tudela". Ma, secondo Sara, il problema di quest'anno è il caldo. "Le semine vengono solitamente effettuate in date specifiche e quest'anno il caldo non solo ha ritardato la raccolta dei carciofi, ma ci ha costretto a cambiare le date di semina di altri ortaggi, quindi anche la prossima raccolta di broccoli o cavolfiori potrebbe essere ritardata".

Il carciofo di Tudela è molto apprezzato dai consumatori e chef
Come indicato nel disciplinare del Carciofo di Tudela Igp, questa varietà è senza dubbio "la più popolare e apprezzata nel nostro Paese per la sua qualità". La sua importanza, infatti, va oltre il consumo stesso, poiché "il Bianco di Tudela è il materiale di riproduzione vegetativa più utilizzato in Spagna", Paese che è il secondo produttore di carciofi in Europa e il terzo nel mondo.

"Il carciofo di Tudela è molto apprezzato dai consumatori, oltre che dagli chef, per il sapore e la qualità. Anche i ristoranti della nostra zona sono fortemente coinvolti nella promozione dei prodotti della Navarra, compreso questo ortaggio eccezionale. Nelle Sagre delle verdure, offrono menù degustazione di verdure di stagione, contribuendo così a promuovere il consumo del carciofo di Tudela. Ogni settimana, infatti, inviamo i nostri carciofi a marchio Reyno Gourmet allo chef 12 stelle Michelin, Martín Berasategui", conclude Sara.

Per maggiori informazioni:
FHF – Frutas y Hortalizas de Fontellas
Avda. Navarra 70
31512 Fontellas, Navarra, Spagna
+34 948 825 916
info@fhfontellas.com
fhfontellas.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto