Prime spedizioni in Cina

La stagione 2022/23 degli agrumi israeliani inizia prima, ma la carenza di navi rappresenta una sfida

La stagione agrumicola israeliana 2022/23 è iniziata circa 2-3 settimane prima del solito, con le prime spedizioni verso la Cina. Michael Amar, direttore marketing del Kibbutz Alumim riferisce: "Con le prime spedizioni in arrivo in Cina, la mancanza di navi disponibili e gli alti costi di spedizione, si profilano già delle sfide significative. Abbiamo iniziato a raccogliere circa 2-3 settimane prima del solito, arance, limoni e pomelo, i primi ad essere confezionati nelle ultime settimane. Il volume complessivo è inferiore e, come indicato in tutte le aziende agricole della nostra zona, questa è un'altra stagione con rese medio-basse".

Michael Amar è preoccupato: "La precedente stagione agrumicola in Israele ha registrato danni da gelo precoce, costi di spedizione e logistica molto elevati e ritardi nel raggiungere i porti di destinazione. I costi di spedizione rimangono alti e l'inizio della stagione non sarà buono come speravamo, con una serie sfide da superare. Anche dopo aver raccolto ed esportato una parte delle nostre arance, non sappiamo ancora quali saranno i prezzi. Nessuna azienda garantirà un prezzo, a causa delle incertezze nelle spedizioni. A livello globale, i costi di spedizione sono inferiori rispetto allo scorso anno, ma il calo dei prezzi non ha ancora interessato Israele. Stiamo ancora aspettando. Speriamo vada bene".


Il pomelo rosso Chandler

Amar commercializza agrumi per un certo numero di kibbutz situati nella regione israeliana del Negev nord-occidentale, incluso il suo, che coltiva su un totale di circa 40 ettari. Le festività religiose delle ultime settimane in Israele, hanno segnato un inizio di stagione più lento, perché tante persone sono in vacanza.


Amar prevede rese inferiori

"Abbiamo caricato i pomelo Sweetie per la Cina, nonostante nessuna chiara indicazione dei prezzi. La domanda è buona e più imballiamo all'inizio della stagione, più potremo inviare. Registriamo anche una domanda proveniente da altri mercati in Europa e negli Stati Uniti, ma ancora una volta non ci sono ancora accordi sui prezzi", conclude Amar.

Per maggiori informazioni:
Michael Amar
Kibbutz Alumim 
Tel: +972 54779 2842 
Email: michaela@alu.org.il  
Web: www.alumim.co.il  


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto