L'esperienza della Op APOC a Fruit Attraction e alla Sagra dell'Uva di Rutigliano

"Due momenti di confronto e di grande partecipazione"

Una settimana molto impegnativa, quella dal 4 al 9 ottobre 2022, per l'Organizzazione di produttori APOC: prima la partecipazione alla fiera internazionale Fruit Attraction di Madrid, subito dopo quella alla 58ma Sagra dell'Uva di Rutigliano. Due momenti sicuramente di confronto, di grande partecipazione e che hanno creato nuove opportunità, in questo momento commerciale così difficile. 


Parte della delegazione della Op APOC nello stand a Madrid.

"C'è stato fermento e sono state molte le persone che hanno visitato il nostro stand a Madrid. Non è mancato l'entusiasmo, in generale, e qualche nuovo contatto commerciale, che in questo momento rappresenta una boccata di ossigeno, per tutti", commenta Teresa Diomede, specialista in uva da tavola, che si fa portavoce della Op. "Una fiera di livello, che non delude mai e che è molto frequentata, nonostante si tenga in un periodo di transizione commerciale, con il passaggio dalla frutta estiva ai prodotti autunnali".

Una Sagra non come le altre
"Come Op, abbiamo presenziato alla 58ma Sagra dell'Uva di Rutigliano, perché si tratta di un momento di promozione e di aggregazione dei soci, sviluppando dibattiti e confronti. Lo abbiamo fatto insieme a Radio Puglia, considerata da molti la radio della filiera agricola", continua Diomede.

"Se inizialmente non eravamo convinti di partecipare alla Sagra con uno stand APOC-Uvitaly, sotto la spinta della presidenza e della direzione si è deciso di esserci, per dare la possibilità ai soci di avere un momento di confronto e rinsaldare i principi dell'aggregazione, che sono propri della nostra Organizzazione", sottolinea Diomede.

Presente anche la Polisportiva Olympia Club Rutigliano, al fianco della Op APOC e Uvitaly. La società e prima squadra, di cui la Op è sponsor maglia da qualche anno, ha presentato, ai microfoni di Radio Puglia, il progetto sportivo dell'annata 2022/23, per continuare nel percorso di promozione "sport-buona alimentazione". "Meglio se anche a base di uva da tavola", conclude Diomede.

La Sagra è stata anche l'occasione per sottolineare lo stato di malessere che vige attualmente sul mercato. Il settore dell'uva da tavola, infatti, non sta vivendo un buon momento: è inutile negarlo. I produttori sono preoccupati per il futuro.

Per maggiori informazioni:
Op APOC
Via R. Wagner K1 (P.co Arbostella)
84131 Salerno
+39 089 331758
www.apocsalerno.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto