Fernando Serra - Laumont:

"Stagione dei funghi selvatici con una fornitura limitata e un prezzo più alto rispetto agli altri anni"

In Spagna, sta per iniziare la stagione dei funghi selvatici, con i primi lotti in arrivo dalle zone dei Pirenei. A causa del clima secco e dei frequenti incendi di quest'estate, scoppiati in diverse zone del Paese, ci sono delle incertezze sulla disponibilità del prodotto per tutta la campagna, e si prevedono prezzi più alti rispetto alla scorsa stagione.

"Sebbene sui mercati ci sia già la produzione rumena, presto inizieranno ad arrivare i prodotti spagnoli, che godono di maggiore fama in termini di qualità. Vediamo che, come ogni anno, i mercati sono ansiosi di iniziare con i funghi selvatici spagnoli ", afferma Fernando Serra, direttore settore del fresco della Laumont, azienda specializzata da oltre 42 anni nella vendita di funghi.

"È stato un anno con poche precipitazioni in Spagna e le foreste sono più aride del solito, quindi stiamo aspettando la pioggia per attivare la produzione. Quest'estate è stata molto più secca e calda, e ci sono stati più incendi, come a Zamora, dove non si prevede quasi nessuna produzione".

"Tuttavia, abbiamo buone prospettive per la produzione a Berga, nel nord della provincia di Barcellona, vicino ai Pirenei, dove ci sono state più piogge che in altre zone. Il fatto è che i funghi selvatici dipendono al 100% dal clima. È qui che sta il valore di questo prodotto, su cui gioca un ruolo fondamentale anche il rigoroso controllo della catena del freddo", aggiunge Fernando Serra.

La Laumont commercializza sia funghi coltivati che selvatici. A differenza dei funghi coltivati, quelli selvatici non subiscono aumenti di costo molto elevati. "I funghi coltivati devono fare i conti con l'aumento dei costi, compresi quelli dell'energia, dei salari dei lavoratori o dei trasporti, quindi i margini di profitto si sono ridotti. Con i funghi selvatici non viene utilizzata energia e i raccoglitori non sono salariati, ma piuttosto lavoratori indipendenti che collaborano con aziende come Laumont, che acquistano all'origine i funghi raccolti giornalmente. Inoltre, i funghi selvatici hanno un valore aggiunto maggiore e quindi raggiungono prezzi più elevati rispetto a quelli coltivati".

"Di conseguenza pensiamo che, nell'attuale contesto inflazionistico, il prezzo non avrà un impatto così rilevante sul consumo di funghi, in quanto generalmente il prodotto viene acquistato da consumatori con un elevato potere d'acquisto che continueranno ad acquistarlo, anche se il prezzo dovesse leggermente aumentare. Finora, gli aumenti di prezzo sono stati accettati dai nostri clienti. Sembra che avremo una stagione dei funghi selvatici senza grandi forniture e con un prezzo più alto rispetto agli altri anni", dice Serra.

Laumont distribuisce circa 40 diverse varietà in diversi calibri e formati, concentrandosi principalmente sul mercato interno ed esportando circa il 30% della sua produzione. Da notare che durante gli anni della pandemia, l'azienda ha lanciato un'app per garantire la tracciabilità dei funghi selvatici dal momento della raccolta, consentendo di sapere in ogni momento chi ha raccolto ogni chilogrammo di funghi. "In questo modo, per qualsiasi problema, possiamo sempre contattare il nostro raccoglitore e garantire alcuni standard di qualità. Con la pandemia, abbiamo avuto molto tempo libero per innovarci. Abbiamo infatti lanciato anche un sito web per poter vendere il prodotto direttamente ai consumatori", sostiene Fernando.

L'azienda ha registrato una forte crescita negli ultimi anni. "Cinque anni fa avevamo un fatturato inferiore ai 15 milioni di euro, mentre la scorsa stagione si è chiusa con più di 30 milioni di euro di fatturato. Abbiamo clienti sempre più fidelizzati, alcuni ripetono gli acquisti, altri continuano ad aumentarli".

Per maggiori informazioni:
Fernando Serra
LAUMONT
+34 615361123
fernando.serra@laumont.es 
www.laumont.es


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto