Carl van de Wiel, Agro Center Holland:

"Bassi raccolti di cipolle rosse vogliono dire buone prospettive di mercato"

Con circa il 90% delle sue attività che ruotano attorno al commercio di cipolle rosse, la Agro Center Holland è un'eccezione nel settore del commercio di cipolle olandesi. "Ci sono alcune grandi aziende che commerciano più cipolle rosse di noi, ma credo che siamo gli unici nei Paesi Bassi a vendere più cipolle rosse che dorate", esordisce Carl van de Wiel.

Inizialmente Carl era piuttosto preoccupato per la nuova stagione: "Le coltivazioni di cipolle rosse sono in espansione, non solo nei Paesi Bassi, ma anche a livello europeo e globale. Per sviluppare delle vendite soddisfacenti, c’è bisogno in pratica di una stagione con un cattivo raccolto. Ed è quello che è successo. In generale, i raccolti di cipolle rosse sono deludenti ovunque nei Paesi Bassi ma anche altrove in Europa, come mi riferiscono i miei partner commerciali. Soprattutto nel sud, l'abbondante pioggia primaverile ha distrutto molte piante su alcuni lotti. Quelle sopravvissute hanno avuto più spazio per crescere, quindi i calibri rimangono buoni, ma i raccolti sono generalmente molto scarsi".

"Le basse rese stanno migliorando le prospettive di vendita. Non siamo sicuramente oberati di richieste, ma la domanda di cipolle rosse è buona per il periodo dell'anno. Marzo e aprile sono solitamente i nostri mesi di picco. La stagione della semina è finita, e siamo passati a spedire cipolle da seme, adatte alle destinazioni lontane. La domanda è ampia, pure dall'America centrale e meridionale e dall'Africa, ma anche Germania e Regno Unito sono molto presenti sul mercato", dice Carl.

Foto: www.holland-oninons.org 

"Anche in Paesi come Germania e Polonia, le produzioni sono decisamente molto più basse. Spero che quest'anno molti Paesi non riescano a stoccare i loro bulbi per molto tempo. Questo ci consentirebbe di proporci con un'offerta di buone cipolle in magazzino. Per quanto ne sappia, l'India è l'unico Paese dove il raccolto è stato soddisfacente. Ciò potrebbe portare a un'esplosione della domanda dai Paesi asiatici, come è successo alcuni anni fa".

"I prezzi sono buoni, con cipolle rosse essiccate e immagazzinate attualmente in vendita a circa 0,34-0,35 euro. Questo è più o meno in linea con le cipolle dorate. Per inciso, i prezzi delle cipolle rosse e dorate non si influenzano a vicenda. Ma gli acquirenti africani, ad esempio, non pagheranno di più per le cipolle rosse, rispetto a quelle dorate. Se chiedi di più per le cipolle rosse, non venderai nulla in Africa. Ora che i prezzi sono su livelli simili, ci sono delle possibilità", spiega Carl. Secondo lui, anche la qualità dei bulbi non è un problema.

Foto: www.holland-oninons.org 

"Abbiamo trascorso una bella estate e i coltivatori che hanno potuto irrigare a sufficienza, hanno generalmente ottenuto delle belle cipolle. Si parla di pressione del Fusarium, ma non credo che questi lotti influenzeranno la situazione generale del commercio. Inoltre, il mercato degli scalogni è sano: sono stati raccolti tutti prima della pioggia e abbiamo a disposizione scalogni bianchi di buona qualità. Inoltre, di recente il mercato si è stabilizzato. Ci sono stati momenti in cui non si riusciva a vendere questo prodotto ma, negli ultimi anni, il mercato dello scalogno è risultato più stabile e con prezzi adeguati".

Fornire cipolle rosse olandesi di alta qualità e per tutto l'anno è ancora un sogno, per ora. "L'anno scorso abbiamo finito a metà giugno. Normalmente continuiamo fino alla prima o alla seconda settimana di luglio. Non è ancora possibile conservare bene le cipolle rosse tutto l'anno, ma non lo considero un problema. Alla fine di maggio, L'Egitto colma sempre questo gap con bulbi della migliore qualità. Anche questa origine si vende bene, ma molte aziende preferiscono sempre le cipolle rosse olandesi. Una volta che torneranno disponibili sul mercato le cipolle olandesi, i prezzi scenderanno di nuovo", afferma van de Wiel.

"La transizione di quest'anno è andata molto bene. A volte ci sono ancora eccedenze. Tuttavia c'è stata così tanta domanda in tutto il mondo, che gli egiziani hanno potuto vendere le loro cipolle anche altrove, quindi sono andate sul sicuro".

In questi giorni, Carl sta selezionando le sue cipolle rosse mediante la tecnologia ottica. "Sono molto entusiasta: questa tecnica ha bisogno di ultimi aggiustamenti, ma credo che sia il futuro. Dopotutto, consente di garantire cipolle sane, anche internamente", conclude Carl.

Carl van de Wiel
Agro Centre Holland
Noordseweg 11
4772 PG Langeweg
Tel: +31 (0)168 371230
info@red-onion.com    
www.red-onion.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto