Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La Spagna produrrà 1,09 milioni di tonnellate di limoni e 76.000 ton di pompelmi

Secondo le stime di AILIMPO relative al raccolto della campagna 2022/3, la Spagna produrrà 1.090.000 tonnellate di limoni, ovvero il 10% in meno rispetto alla campagna 2021/22, in cui - secondo il bilancio provvisorio che tiene conto dei frutti esportati, trasformati e commercializzati sul mercato interno, nonché delle perdite di peso - la produzione si è attestata a 1.211.000 tonnellate. Il bilancio è stato superiore alle previsioni iniziali, in parte a causa di una maggiore produzione di limone Verna dovuta al forte aumento dei calibri e al significativo volume di limoni tondi raccolti in estate.

Il calo previsto è dovuto alle condizioni climatiche avverse del 2022, in quanto le forti piogge di marzo e aprile hanno compromesso la fioritura e l'allegagione in molte zone di produzione. Inoltre, l'estate è stata particolarmente calda, con un aumento delle temperature e assenza di piogge, il che comporta un ritardo nello sviluppo dei frutti e calibri al momento più piccoli. La diminuzione si noterà soprattutto nella varietà Verna, che avrà un calo del 22%. Per la varietà Fino si prevede un calo del 5%. In ogni caso, il tasso di raccolta e lo sviluppo dei calibri determineranno il calcolo finale del raccolto.

Nella campagna 2022/23 la Spagna continuerà ad essere il primo esportatore mondiale di limoni freschi e il secondo trasformatore di succo di limone, olio essenziale e scorze disidratate.

Pompelmo
Secondo le stime di AILIMPO, nella campagna 2022/23 la Spagna produrrà 76.000 tonnellate di pompelmi, ovvero il 10% in meno rispetto alla campagna precedente.

L'impatto delle particolari condizioni climatiche sul raccolto di limoni e pompelmi della campagna 2022/23
Il grafico sottostante confronta, mese per mese, i dati pluviometrici del 2022 con la media dei 20 anni precedenti (periodo 2001-2021).

Nel 2022 le precipitazioni nei mesi di marzo, aprile e maggio sono state molto superiori alla media. Pertanto, ciò ha influito sulla fioritura delle colture.

Il grafico seguente mostra il numero di giorni di pioggia durante un periodo decisivo per la fioritura e l'allegagione dei frutti (dal 25 febbraio al 5 maggio).

Le temperature dei mesi di maggio, giugno, luglio e agosto 2022 sono state molto più alte della media dei 20 anni precedenti. Ciò ha causato problemi per l'allegagione dei piccoli frutti e la loro successiva caduta, nonché un rallentamento della crescita dei frutti, che ha portato a una riduzione delle dimensioni all'inizio della campagna.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto