Seed meets Technology: anticipare innovando

"È bello vedere come la fiera sia anche un po' un incontro di 'vecchi combattenti del settore", ha detto il direttore della Vertify Johan Kos al termine della prima giornata della fiera specializzata 'Seed meets technology'. L'ottava edizione si è aperta il 27 settembre scorso, nei Paesi Bassi.

Per tre giorni, gli esperti del settore hanno avuto la possibilità di conoscere le nuove tecniche e mettersi al passo con i colleghi. L'evento si svolge tradizionalmente nella settimana 39, quella delle dimostrazioni presso le aziende di breeding della regione.

La prima giornata ha registrato la partecipazione di molte più persone provenienti da tutto il mondo, rispetto ai due anni di pandemia, quando si è svolto in forma virtuale. Con soddisfazione degli espositori, (comprese molte aziende che vi ritornavano, ma anche nuove), la prima giornata è stata più affollata rispetto allo scorso anno. Mercoledì, 28 settembre, si preannunciava come la giornata più impegnativa. Non ci sono più restrizioni anti-Covid, anche se alcune aziende hanno avuto problemi, a causa dei voli cancellati all'aeroporto di Schiphol.

Automazione
Con le serre della Vertify sullo sfondo, la fiera non si è concentrata sulla crisi energetica, nonostante se ne sia discusso nei momenti di pausa. Se si è parlato di costi, questi riguardavano una nuova macchina e come l'automazione potesse eliminare parte delle spese di manodopera, che sono alle stelle. "Dobbiamo davvero continuare a contare e selezionare le sementi tutto il giorno?" si è giustamente chiesto uno degli espositori.

Oltre a offrire una soluzione al problema della manodopera, gli espositori sono stati anche felici di parlare di come le loro attrezzature migliorano la germinazione delle sementi, tra le altre cose, o possono selezionarle in modo molto più accurato per colore, peso o con la tecnologia di visione artificiale. "Ciò che aiuta - ha sottolineato un altro espositore - è che i margini nell'industria delle sementi siano piuttosto ampi. Le aziende continuano a innovare e non stanno ferme".

Leggi e regolamenti
Un altro argomento ricorrente ogni anno in fiera sono le leggi e i regolamenti. Cosa è ancora consentito nei rivestimenti di sementi e cosa no? Quel che è certo è che le sostanze chimiche sono sempre più vietate, almeno in Europa, come anche le microplastiche. Anche nel resto del mondo si nota la stessa tendenza, motivo per cui le persone si sono già informate in fiera sulle alternative per il trattamento delle sementi, solo per citarne una.

Dagli scambi avvenuti in fiera, emerge ancora qualche dubbio su quali siano esattamente le scadenze da rispettare per l’autorizzazione di una pratica. Sebbene le date circolino da anni, sono cambiate molto. Tuttavia, uno degli stand si è espresso con chiarezza: il 2028 è un anno da tenere d'occhio, perché è in quella data che le microplastiche nei rivestimenti per sementi saranno bandite in Europa. Tuttavia, sempre più aziende si stanno già portando avanti in tal senso, come si è visto durante la fiera.

Per maggiori informazioni:
Seed meets Technology 
info@seedmeetstechnology.com 
www.seedmeetstechnology.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto