I dati di GfK Consumer Panel

Le patate fresche vengono acquistate dall'85% delle famiglie italiane

Secondo l'osservatorio permanente GfK Consumer Panel, il panel per il monitoraggio di acquisti di prodotti di largo consumo che ha ormai raggiunto l'obiettivo di 15.000 famiglie in campione, le patate rimangono una delle categorie più presenti nel carello della spesa delle famiglie Italiane. 

Guardiamo nello specifico i dati aggiornati all'anno terminante a luglio 2022.

Nelle varie formule: fresche, surgelate e in forma di chips, le patate sono acquistate almeno una volta l'anno dal 95% delle/dei responsabili acquisti, praticamente quasi la totalità dei 26 milioni di famiglie sul territorio.

Nel dettaglio, le patate surgelate entrano nei carrelli di oltre 10.350 mila famiglie, con un forte calo rispetto i dodici mesi precedenti che vedevano quasi ben 13 milioni di acquirenti. Si sa che con la pandemia sono stati provati tantissimi nuovi prodotti che poi possono essersi rivelati solo degli esperimenti momentanei. Il calo riguarda anche la frequenza di acquisto di patate surgelate che nei due anni precedenti era di oltre 5 volte l'anno e negli ultimi dodici mesi è scesa a 4.

Per le patate in formato chips, il trend di penetrazione e frequenza di acquisto è in leggera crescita confronto gli ultimi due anni precedenti: quasi il 73% delle famiglie ne acquista almeno una confezione nell'anno e lo fa mediamente per 9,6 volte, contro le 8,9 volte di due anni fa.

Le patate fresche sono il mercato più interessante in questo ambito: innanzi tutto vengono acquistate da circa l'85% delle famiglie, significa quasi 22 milioni sui 26 sul territorio. La penetrazione però ha un trend negativo passando da circa 88 punti dei due anni precedenti a 85,2% degli ultimi 12 mesi.

Regine dei piatti invernali, hanno la maggior penetrazione a dicembre (51%) per poi distribuire le punte più alte a marzo, settembre e novembre, il mese meno interessante è agosto. La frequenza di acquisto è abbastanza regolare, fa eccezione dicembre quando raggiunge di nuovo un picco con 1,9 volte di media.

Sebbene il segmento Bio non sia ancora particolarmente rilevante, raggiungendo il 14,3% di penetrazione - contro il non-bio con quasi l'85% - questa è la categoria che di fatto cresce in modo importante guadagnando quasi 4 punti percentuali di penetrazione in due anni (quasi 800mila famiglie).

I canali più rilevanti, in linea con la maggior parte di prodotti alimentari, sono i supermercati seguiti dai discount. Per le patate fresche, che siano distribuite a peso fisso o variabile, i negozi di frutta e verdura sono comunque un canale da non trascurare, qui si rivolgono il 13% di famiglie. C'è da sottolineare come i negozi di vicinato stiano però subendo una forte contrazione dopo il periodo pandemico quando, ad esempio, vi si rivolgevano il 20% delle famiglie per acquistare patate fresche.

Autore: Daniela Mastropasqua

Per maggiori informazioni:
Daniela Mastropasqua
Business Development Manager | Consumer Panel & Services
GfK | Italia
+39 335 185 3430
daniela.mastropasqua@gfk.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto