Nacho Domenech (Agromark) "Calo anche per i broccoli"

Nella stagione 2022/23 ridotta di un terzo la superficie coltivata a cavolfiore

I terribili risultati della campagna del cavolfiore 2021/22 hanno scoraggiato gli agricoltori di Murcia e Alicante dal piantare questo prodotto per la prossima stagione, che inizierà tra alcune settimane. Anche la superficie coltivata a broccoli sarà notevolmente ridotta a causa della mancanza di acqua e di seminativi.

"In base ai dati verificati, la superficie coltivata a cavolfiore nella campagna 2022/23 è diminuita a solo un terzo di quella della campagna scorsa", ha affermato Nacho Domenech, amministratore delegato dell'azienda murciana Agromark. "La causa principale di questa diminuzione sono i risultati economici catastrofici che gli agricoltori hanno avuto nella stagione precedente, una stagione in cui - nella maggior parte dei casi - i prezzi di vendita non sono riusciti a coprire i costi di produzione".

In questa campagna, c'è stata anche una significativa riduzione dell'area dedicata ai broccoli, uno dei principali ortaggi prodotti in Murcia e nel sud di Alicante, a causa della limitazione dell'acqua e dei seminativi, tra le altre, ha affermato Domenech.

Secondo l’amministratore delegato della Agromark, "abbiamo aspettative commerciali migliori rispetto allo scorso anno. In assenza di pressione dell'offerta, se la domanda terrà in questa campagna e l'inflazione non colpirà duramente le tasche dei consumatori, potremmo avere prezzi più accettabili. Inoltre, prevediamo che sarà un inverno freddo, che è sempre vantaggioso per la domanda di brassicacee".

Come l'anno scorso, il problema più grande sarò trasferire i costi di produzione e gestione - che sono aumentati tra il 35 e il 40% - sui prezzi di vendita. "L'anno scorso ci ha colto di sorpresa, poiché avevamo già programmato con i nostri clienti le piantagioni e le vendite. Quest'anno ci sono previsioni migliori perché abbiamo potuto prepararci meglio. Abbiamo infatti realizzato l'installazione di pannelli solari per essere più autosufficienti e mitigare i costi dell'energia", ha affermato Nacho Domenech.

"Quest'anno praticamente tutto quello che è stato piantato è già stato negoziato con le grandi catene. Quasi nessuno lavorerà sul mercato spot e bisognerà impegnarsi perché l'aumento dei costi fissi riguarda tutti noi. Chiunque voglia acquistare broccoli e cavolfiori spagnoli dovrà pagare il prezzo che valgono, poiché i margini per i produttori e i commercianti sono molto ridotti", ha affermato Domenech.

L'inizio della stagione autunno/inverno delle brassiche, principalmente orientata all'export, dovrebbe iniziare con volumi significativi a metà ottobre, poiché le produzioni del nord Europa si concluderanno in anticipo, così come le produzioni estive spagnole, colpite dalle ondate di caldo.

Quest'anno Agromark esporrà ancora una volta al Fruit Attraction (stand 7E01) a Madrid, dove lancerà la sua linea di prodotti di V gamma con il marchio "Oh Greens", che includerà crema di broccoli, broccoli-guacamole e hummus di broccoli. "Vogliamo diversificare il nostro catalogo dei prodotti sfruttando i broccoli che scartiamo per la commercializzazione fresca, e dando loro valore aggiunto", ha affermato Nacho Domenech.

Per maggiori informazioni:
Nacho Doménech
O.P. Agromark, S.L
Casa Lugar Nuevo, 65.
30739 Torre de Pacheco (Murcia - Spagna)
+31 968173201
nacho@agromark.es  
www.agromark.es  


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto