Resa inferiore del 14 per cento

Il caldo estivo ha esercitato una pressione sulla produzione di pomodori europea

L'estate soleggiata ma anche estremamente calda ha avuto il suo impatto sul mercato dei pomodori. Le alte temperature hanno causato un calo della produzione del 14%. Questo è quanto emerge da un rapporto di settembre redatto dal gruppo di lavoro di esperti fiamminghi e dal comitato di gestione dei prodotti ortofrutticoli. La minore produzione ha comportato un aumento dei prezzi.


Clicca qui per ingrandire l'immagine

Il gruppo di lavoro e il comitato di gestione fiamminghi per i prodotti ortofrutticoli supportano la Commissione europea. Un comitato di gestione si occupa principalmente di prezzi, mercati e/o regole di attuazione pratica.

Un'occhiata al dashboard dei pomodori della Commissione europea mostra che in agosto i prezzi dei pomodori erano quasi uguali alla media quinquennale. In controtendenza, i prezzi sono diminuiti ad agosto.


Clicca qui per ingrandire l'immagine

I coltivatori francesi stanno protestando dopo quello che definiscono un "mese disastroso". Anche in Spagna il prezzo medio di un chilo di pomodori è sceso ben al di sotto della media quinquennale.


Clicca qui per ingrandire l'immagine

In Italia e nei Paesi Bassi, le altre due nazioni del dashboard, i prezzi di agosto sono stati superiori alla media quinquennale.


Clicca qui per ingrandire l'immagine


Clicca qui per ingrandire l'immagine


Data di pubblicazione:
© /



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto