Henk van der Meij, di Hars&Hagebauer:

"Il mercato del mango è tutt'altro che esaltante"

"Se c'è una cosa che mi è chiara quest'anno è che i consumatori sono disposti a pagare per avere un mango di qualità, buono e saporito. A questo proposito i supermercati del Nord Europa preferiscono chiaramente il mango Kent. Quindi c'è un buon mercato per tutto l'anno per questi prodotti. Tuttavia, le cose si fanno interessanti quando sul mercato ci sono pochi o troppi frutti. Come è successo la scorsa primavera ed estate", afferma Henk van der Meij, di Hars e Hagebauer.

Dopo una stagione tradizionalmente problematica in Costa d'Avorio, caratterizzata da quantità relativamente elevate di frutta in un breve periodo e dai relativi prezzi bassi, è seguito un periodo di scarsità piuttosto inaspettato. Con il risultato immediato che sono stati pagati prezzi molto buoni per i mango. La situazione si è protratta fino a luglio e per tutto agosto, con prezzi di mercato che non si vedevano da tempo. I coltivatori erano fiduciosi e tutti erano di umore positivo. A essere un po' un problema sono state solo le tariffe di trasporto marittimo alle stelle. Ma a questi prezzi estivi, anche il trasporto elevato continua a essere conveniente. Tuttavia, una situazione del genere non si protrae mai troppo a lungo. Non per niente gli inglesi dicono 'ciò che sale è destinato a scendere'. Gli alberi non crescono mai fino al cielo", ha proseguito l'importatore.



"Nel frattempo siamo entrati nel tradizionale calo di fine estate con vendite significativamente inferiori, qualche frutto mediocre sul mercato qua e là e i prezzi del mango sono sotto notevole pressione. Ciò è dovuto al fatto che la Spagna è in anticipo sul mercato con dimensioni per lo più piccole. E siamo passati da un mercato di venditori a un mercato di compratori. Purtroppo, i coltivatori israeliani non hanno potuto approfittare dei prezzi elevati dell'estate. Infatti, mentre il loro raccolto maturava lentamente, osservavano con interesse i prezzi in Europa, ma purtroppo le quotazioni erano già diminuite quando i loro frutti sono arrivati sul mercato", ha detto Henk.

"Mi aspetto che, con i volumi relativamente ridotti che stanno entrando nel mercato, i prezzi tornino presto a livelli ragionevoli. Il mercato è in grado di gestire abbastanza bene alcuni volumi di mango. La domanda chiave rimane: questo calo dei prezzi è il risultato del malessere economico generale con la situazione in Ucraina e i prezzi del gas? O stiamo cercando di vedere connessioni che non ci sono? Il fatto è che le vendite verso l'Ucraina sono crollate notevolmente", osserva l'importatore.

"L'argomentazione secondo cui i consumatori europei mangerebbero meno frutta non di base, in tempi di incertezza è certamente fondata. D'altra parte, si può anche sostenere la vecchia massima secondo cui i consumatori continuino a mangiare frutta e verdura anche in tempi di incertezza. Chi lo sa. Speriamo che la guerra finisca presto", conclude Henk.

Per maggiori informazioni:
Henk van der Meij
Hars & Hagebauer
Selderijweg 90 F
2988 DG Ridderkerk - Paesi Bassi
Tel.: +31 (0)180 745 100
Cell.: +31 (0)6 307 625 55
Email: henk@harshagebauer.nl 
Web: www.harshagebauer.nl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto