Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Seminis

Impero, il melone che unisce la filiera

Manca poco, ormai, alla conclusione della stagione di raccolta del melone. Un'annata, quella del 2022, partita con tanti dubbi ed incertezze, ma che alla fine sembra apprestarsi alla conclusione con un bilancio positivo.

Molteplici variabili hanno condizionato la stagione in corso: prima di tutto, la campagna 2021 caratterizzata da un surplus di offerta che, associata ad una domanda di mercato stabile, ha determinato una forte riduzione dei prezzi di remunerazione dei prodotti.

Secondariamente, il clima torrido e l'assenza di eventi piovosi hanno messo a dura prova lo sviluppo delle piante riducendone l'allegagione e, quindi, la produzione per ettaro. Infine, la volatilità dei prezzi delle materie prime e la difficoltà nel reperire lavoratori avventizi si sono aggiunte al quadro generale.

Tutti questi fattori hanno fortemente condizionato le scelte produttive ed organizzative degli imprenditori agricoli, determinando una riduzione della superficie coltivata a melone (principalmente nel segmento medio e tardivo) e, conseguentemente, una contrazione dell'offerta.

Il melone Impero

Nonostante questo scenario, Impero - il melone retato italiano a marchio Seminis (Gruppo Bayer) - ha dimostrato di essere una costante nei programmi produttivi delle principali aziende agricole e dei commercianti della penisola.

Negli ultimi anni, la varietà ha dato prova di essere performante a tutti gli interlocutori della filiera, a partire dai produttori, passando dai commercianti e dai buyer ortofrutta, per arrivare al consumatore finale, confermandosi così in grado di soddisfare tutte le esigenze di mercato.

Impero si presenta con un frutto attraente a maturazione scalare, avvolto da una rete ben coprente, interrotta solo dalle suture verdi e persistenti. Internamente, il frutto si presenta con una scorza sottile ed una cavità placentale stretta, che conferisce un elevato peso specifico…tutto a vantaggio della polpa, di un bel colore arancio accesso.

La pianta è vigorosa, dotata di un ampio pacchetto di resistenze contro le principali avversità della specie, come afidi e oidio, che quest'anno si sono sviluppati viste le condizioni climatiche particolarmente favorevoli ai patogeni.

A Marsciano (provincia di Perugia), nel cuore dell'Umbria, l'Azienda Agricola Baldini, 20 ettari coltivati ad angurie e meloni, ha scommesso su Impero già da alcuni anni. Le forti escursioni termiche tra il giorno e la notte, tipiche dell'areale, ne esaltano le caratteristiche organolettiche e Stefano, il titolare, ne è molto soddisfatto.

"Coltivo Impero sin dai primi anni di sviluppo e ad oggi la varietà costituisce gran parte della produzione aziendale di meloni. Impero ha una pianta sana e vigorosa, dotata di resistenze ad afidi e oidio, che sono la premessa necessaria per fare prodotti di qualità e rese elevate. La pianta è stata in grado di allegare un buon numero di frutti di pezzatura uniforme anche in una stagione calda come quella in corso" afferma Stefano Baldini.

Stefano affida la sua produzione di meloni e angurie a Ortofrutta Castello per la commercializzazione, essendo affiliato da diverso tempo. Ortofrutta Castello, con sede in Stanghella (provincia di Padova), è uno dei principali commercianti di ortofrutta italiani: da oltre quarant'anni opera nel settore ed è testimone dei mutamenti che ne sono seguiti negli anni.

L'azienda fa da collegamento tra i produttori affiliati (da tutta la penisola) e la distribuzione organizzata, programmando insieme le varietà da coltivare che meglio si prestano a soddisfare le esigenze di tutti gli attori della filiera.

"Impero è uno dei punti fermi nei nostri programmi, in grado di soddisfare la nostra rete di produttori affiliati e di clienti. Il frutto è elegante, con rete uniforme e suture verdi, mentre, la polpa è di buona consistenza, con un grado brix elevato e dal sapore particolarmente piacevole" dichiara Pierluigi Castello, e conclude: "Impero mantiene le sue caratteristiche più a lungo di diverse varietà coltivate fino ad oggi, nelle diverse fasi : dalla raccolta alla commercializzazione, passando per il trasporto e la lavorazione. Per questo motivo, è un prodotto che si presta particolarmente a fare un lavoro di filiera. Inoltre grazie alla sua interessante finestra di trapianto ci permette di lavorare per un ampio periodo durante tutta la stagione".

Impero è una varietà di melone molto flessibile in grado di unire la filiera, grazie alla sua capacità di rispondere ai differenti bisogni dei diversi attori, alla sua grande adattabilità a vari areali e condizioni climatiche e grazie alla shelf life prolungata.

Per maggiori informazioni: 
Salvatore Passariello
Sales Representative – Bayer Crop Science per Seminis 
(+39) 348 3284732
Salvatore.passariello@bayer.com 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto