Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Robert Elshof (Elshof Organic Fruit):

"Previsioni ottimistiche per le pomacee biologiche, dopo una stagione difficile"

La raccolta delle pomacee biologiche è in pieno svolgimento presso la Elshof Organic Fruit, nei Paesi Bassi. Secondo Robert Elshof, le condizioni di quest'anno sono eccellenti: "Fortunatamente, la maggior parte dei coltivatori ha potuto irrigare. Abbiamo avuto un’estate fantastica, il che significa che i frutti sono eccezionali, in qualità e sapore".

Secondo Robert, anche le rese sono buone. "Per diversi anni si è raccolto più del previsto, ma quest'anno non sarà così. Penso che raggiungeremo esattamente le quantità stimate. L'anno scorso è stato particolarmente negativo per le pere. Il clima è stato così umido e con poca luce che mantenere i frutti in buone condizioni fino alla fine della stagione, si è rivelata una grande sfida. In generale, tecnicamente si stoccano le mele".

"Ma, anche per le mele, la scorsa stagione è stata estremamente impegnativa perché le cattive condizioni meteo hanno colpito la frutta biologica anche più pesantemente della frutta convenzionale. Pertanto, la fine della stagione è stata difficile: le piogge hanno causato problemi di qualità e il consumo è risultato inferiore. Inoltre, il mercato ha ricevuto una discreta quantità di frutta d'oltreoceano", afferma Robert.

"Ma le previsioni per questa stagione sembrano rosee. Siamo soddisfatti del raccolto che ci consente di sottoscrivere e rispettare gli accordi con i nostri acquirenti. Tuttavia, rimangono delle incertezze. Le vendite dei supermercati sono diminuite, dopo il picco degli acquisti durante la pandemia. Inoltre, l'inflazione sta esercitando maggiore pressione sulla frutta e verdura più costosa, compreso il segmento biologico. Fortunatamente, la domanda dei nostri clienti al dettaglio europei è aumentata. Le vendite locali stanno diventando sempre più importanti per noi".

"Questo grazie alla nostra collaborazione con un grossista e una catena di supermercati olandesi. Ma anche la Scandinavia e la Germania stanno diventando mercati importanti. Fortunatamente, abbiamo molti clienti fedeli al nostro prodotto per tutta la stagione e, da anni, abbiamo una linea fissa nel Regno Unito, un mercato dove mandiamo abbondanti volumi. Inoltre, una volta che, più in là nella stagione, il mercato francese si sarà svuotato, probabilmente invieremo quantità necessarie di frutta biologica anche in Francia", spiega Elshof.

Quest'anno, la Elshof Organic Fruit ha nuovamente piantato qualche albero in più. "Tuttavia, quest'anno, sono pochi i nuovi coltivatori che stanno convertendo le loro colture. Un anno come quello scorso, con tutti i problemi legati alla pressione delle malattie, avrà dissuaso molti coltivatori convenzionali dal farlo. Ma queste coltivazioni non devono crescere troppo velocemente. Sarebbe meglio fosse costante perché una crescita anomala creerebbe unicamente delle distorsioni del mercato. Anche una buona cooperazione della filiera è fondamentale. Produrre senza acquirenti prima o poi porta sempre ad avere problemi. Dovresti, infatti, sapere in anticipo dove andrà il tuo frutto".

"La coltivazione biologica olandese avrebbe bisogno di una certa espansione. L'anno scorso, c'erano troppo poche pere biologiche per soddisfare la domanda dei clienti e nei Paesi in cui c'è un aumento delle piantagioni biologiche, le vendite spesso aumentano più velocemente. Ma non sappiamo come la recessione influirà sul nostro settore - il biologico è un segmento più costoso. La quantità di mele spesso supera quella delle pere nei negozi, ma le mele sono destinate più al mercato interno, mentre le pere sono più un prodotto europeo", continua Robert.

E poi c'è il cosiddetto frutto del periodo di transizione. Alcuni operatori della catena vogliono renderlo un segmento a sé stante, ma Robert non è fra questi. "Se credi nella filosofia del biologico, penso che dovresti essere biologico al 100%. Ovviamente, il nostro gruppo cerca di trovare buoni mercati per questi frutti del periodo di transizione, cosa che facciamo con successo".

"Ma non vogliamo diventi una versione biologica a buon mercato. Considero il periodo di transizione molto più come un investimento in un futuro più sano - come fai con qualsiasi nuova varietà – e i cui profitti arrivano solo in seguito. Non bisognerebbe concentrarsi troppo su questi, se non dopo aver completato il processo di conversione. Una visione a lungo termine è molto più sostenibile. Se pensate di coltivare prodotti biologici per ottenere un rapido profitto, il settore bio non fa per voi", afferma Robert.

Le Conference ed Elstar sono ancora le più vendute rispettivamente fra le varietà biologiche di pera e mela. "Non prevedo cambiamenti. Queste varietà popolari hanno dimostrato il loro valore per anni. Inoltre, gli alberi da frutto durano a lungo, quindi una nuova varietà non si guadagna improvvisamente una fetta del mercato. Tuttavia, stiamo andando bene soprattutto con le mele, sebbene ogni varietà ha i suoi problemi, che diventano ancora più evidenti in un anno difficile come quello scorso".

"La Elstar è di gran lunga la nostra varietà più importante, ma non è disponibile a tempo indeterminato. Pertanto, siamo sempre alla ricerca di una mela per la seconda parte della stagione biologica. Il nostro concept BelleBio soddisfa questa esigenza. Questa varietà ha ancora molto da insegnarci, ma le prospettive sono buone e i volumi crescono ogni anno. Stiamo negoziando con i nostri partner di vendita per la fornitura di buone mele per tutto l'anno. In questo modo potremo competere con le importazioni dall'estero", conclude Robert.

Per maggiori informazioni:
Robert Elshof
Elshof Organic Fruit
8251 RX, Dronten - Paesi Bassi
Tel: +31 (0) 321 312 719
Email: info@elshoffruit.nl         
Web: www.elshoforganicfruit.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto