A causa delle condizioni di mercato sfavorevoli

Gli agrumicoltori del Sudafrica stanno valutando di gettare via la frutta

I coltivatori di agrumi della Sundays River Valley, nel Capo Orientale (Sudafrica), stanno buttando via i frutti a causa delle sfavorevoli difficoltà di mercato legate alle esportazioni europee. I coltivatori affermano di essere alle prese con gli alti costi di esportazione, un mercato locale inondato e impianti di trasformazione in succo già saturi. I costi di spedizione sono aumentati del 120% lo scorso anno, riducendo i profitti.

Questa tendenza sembra però un tema che accomuna i Paesi di tutto il mondo. Hennie Elhers, un agricoltore di Kirkwood, afferma che la guerra in Ucraina lo ha aggravato: "L'anno scorso come Sudafrica abbiamo esportato 163 milioni di cartoni; la nostra stima attuale è di 150-155 milioni. Quindi, in realtà, è meno dell'anno scorso".

"Il problema è stato aggravato dalla guerra in Russia e Ucraina. Le famiglie di tutto il mondo spendono meno, soprattutto in Europa e nel Regno Unito. Quindi, anche se esportiamo meno frutta, le famiglie hanno meno soldi per acquistarla".

Fonte: sabcnews.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto