Export limoni: -24,77% verso gli Stati Uniti, +16% verso la Russia

Le esportazioni di agrumi dell'Argentina diminuiscono a fine stagione

Mentre la stagione delle esportazioni agrumicole in Argentina volge al termine, le esportazioni di limoni verso l'Europa sono aumentate del 26,88%, per un totale di 245.683 tonnellate. Si nota, inoltre, un'oscillazione delle esportazioni con un 24,77% in meno verso gli Stati Uniti, un aumento del 16% verso la Russia e un 17,4% in meno verso altri mercati. L'export di altri agrumi ha registrato dei forti cali, ad eccezione delle arance che hanno registrato un leggero aumento complessivo dell'1,56%, trainato principalmente dalle esportazioni verso i Paesi limitrofi dell'America Latina.

Le informazioni si basano sulle statistiche fino alla settimana 33 dell'Associazione dei coltivatori di agrumi del nord-ovest argentino (Acnoa), con sede a Tucuman. Dopo i flussi positivi d’esportazione nei mesi di maggio e giugno, luglio (-3,41%) e soprattutto agosto (-54,82%) fino ad oggi hanno registrato un calo maggiore dei volumi rispetto agli stessi mesi dello scorso anno.

In una precedente dichiarazione Jose Carbonell, direttore di Federcitrus, aveva affermato che l'aumento dei costi del trasporto marittimo influisce negativamente su tutte le attività d’esportazione. "Al momento non possiamo esportare nulla in Cina perché queste spedizioni richiedono celle refrigerate, il che aumenta i costi e riduce la nostra competitività".

Limoni
Confrontando le attuali esportazioni di limoni con la scorsa stagione (2021), solo l'Europa e la Russia hanno registrato un aumento dei volumi, rispettivamente del 26,88% e 16%. Gli altri mercati principali dei limoni argentini, gli Stati Uniti e altre destinazioni, hanno registrato dei cali rispettivamente del -24% e -17,44%. I mercati più piccoli hanno registrato forti ribassi anche se partendo da basi inferiori, con Cina e Hong Kong a -56,7% e America Latina -48,94%.

Arance
Confrontando l'attuale stagione 2022 con la precedente, nonostante il leggero aumento complessivo dell'1,56%, dovuto in gran parte alle esportazioni verso i vicini Paesi dell'America Latina (37,66%), le esportazioni verso l'Europa sono diminuite del -12%, verso la Russia del -33,21%, verso altre destinazioni -34,37%, e nessuna esportazione in Cina e Hong Kong.

Mandarini
Confrontando l'attuale stagione 2022 con quella dell’anno scorso, le esportazioni di mandarini verso tutti i mercati hanno registrato un calo significativo del -29,15%. Si nota un'oscillazione verso la Russia -28,23%, altre destinazioni -37,42% e -2,4% verso l'Europa. Gli incrementi in America Latina del 47,88% e del 26,36% in Cina e Hong Kong, derivano da una base ridotta dei volumi che però non è stata sufficiente ad arrestare il calo.

Pomelo
I limitati volumi di pomelo inviati dall'Argentina registrano un calo del -10,93% e quasi nulla viene inviato ad altri mercati. Tutte le esportazioni sono destinate ai Paesi vicini.

Per maggiori informazioni:
Paula Rovella
Acnoa
+54 (381) 231-9339
info@acnoa.com.ar   
acnoa.com.ar


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto