Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Matthew McIntyre - McIntyre Fruit

Volumi inferiori per le ciliegie ma frutti di calibro grande e alta qualità

Mentre la stagione inglese volge al termine, si raccolgono le prime ciliegie scozzesi. "Ora abbiamo alcune varietà più precoci e, grazie a una joint venture con un coltivatore vicino che si è ritirato dall’attività, Peter Thomson, stiamo raccogliendo e imballando i suoi 6 ettari di ciliegie", ha affermato Matthew McIntyre della McIntyre Fruit.

La McIntyre Fruit coltiva ciliegie su 24 ettari più i 6 ettari del vicino, e 12 ettari di lamponi. L'azienda ha una piccola quota nell’impianto di confezionamento locale di Blairgowrie, che è di proprietà di Thomson e la stessa McIntyre che ora affitta l’impianto e ne ha rilevato la gestione.

"I prezzi all'inizio della stagione non erano buoni poiché c'era molta frutta inglese sul mercato, ma ora stanno migliorando perché il prodotto inglese si sta esaurendo. La superficie coltivata in Scozia sta aumentando, quindi c'è un po' più di concorrenza rispetto al passato. Questo però non è un problema perché le varietà tardive coltivate in Scozia sono le uniche ciliegie dell'emisfero boreale presenti sul mercato dalla fine di agosto".

I volumi saranno in calo in questa stagione, forse a causa del vento durante il periodo di impollinazione ma, secondo Matthew, ci sono così tante variabili che è difficile individuare la vera causa. I volumi più bassi significano frutti di calibro grande e di alta qualità.

"Abbiamo fatto alcune esportazioni l'anno scorso, ma non credo che quest’anno i volumi saranno sufficienti".

La frutta della McIntyre è commercializzata dalla Berry Gardens, un’azienda appena acquisita da Driscolls. Matthew ha affermato che questa è stata una mossa giusta, in quanto consentirà in futuro l’apertura dei mercati d’esportazione.

La Scozia ha avuto temperature molto elevate quest'estate, ma non sembra abbiano influito troppo sui frutti.

"Non abbiamo ancora iniziato la raccolta della Sweetheart. Pensavamo di iniziare una settimana prima, a causa del clima caldo, ma gli alberi sembra abbiano avuto una pausa durante l'ondata di caldo, oltre ad aver creato un’ombra naturale a protezione dei frutti. Nel fine settimana abbiamo avuto temporali con pioggia molto forte, 51 mm in 24 ore. Le spaccature sono state minime perché tutti i nostri alberi sono sotto tunnel, e quindi protetti dalle piogge eccessive".

La settimana precedente la tempesta, Matthew aveva ricevuto la notizia da SEPA che stavano prendendo in considerazione la possibilità di limitare i prelievi d'acqua dai fiumi, ma ora questo non dovrebbe essere un problema. L’azienda ha un suo pozzo per l'acqua.

Un fattore positivo derivante dal clima caldo è la riduzione del rischio di malattie. L'anno scorso è stato molto più piovoso e hanno avuto più problemi.

"Raccoglieremo le ciliegie nel sito di Thomson per un'altra settimana e dai nostri alberi nelle tre settimane successive, fino a metà settembre. Potrebbe essere un finale di stagione leggermente anticipato, a causa del caldo che fa maturare i frutti un po' più velocemente".

Matthew non ha in programma di stoccare troppa frutta in questa stagione, a causa dei volumi inferiori, anche se potrebbe immagazzinarne un po' a breve termine per alleviare la pressione nell’impianto di confezionamento.

Manodopera
"Quest'anno siamo stati abbastanza fortunati con la manodopera. Abbiamo un gruppo di lavoratori bulgari che tornano ogni anno, alcuni dei quali hanno anche uno status stabile che consente loro di portare la famiglia. Abbiamo anche alcuni ucraini che erano già nel Regno Unito. Inoltre, abbiamo alcuni lavoratori del programma SAWS (Seasonal Agricultural Workers Scheme), che è importante, sebbene siano per lo più inesperti e necessitino di un po' di formazione".

Matt ha anche dovuto aumentare i salari per tutti i lavoratori poiché i lavoratori del sistema SAWS ricevono 10,10 sterline l'ora mentre il salario minimo è di 9,50 sterline.

"Semplicemente non è pratico, o giusto, avere due aliquote salariali, quindi noi paghiamo tutti allo stesso modo, e questo significa un forte aumento della nostra bolletta salariale in questa stagione, oltre a tutti gli altri nostri costi in aumento".

Matthew coltiva anche 12 ettari di lamponi e ha detto che quest'anno l’azienda potrebbe non avere profitti da questo raccolto, considerato l'aumento dei costi ma nessun aumento dei prezzi. Questo non è sostenibile e, per mantenere la fattibilità della produzione di lamponi, Matthew prevede per il prossimo anno un'inflazione dei prezzi.

Per maggiori informazioni:
Matthew McIntyre
McIntyre Fruit Ltd
Tel: +44(0)1250 884212 
matthew@mcintyrefruit.co.uk    
www.mcintyrefruit.co.uk


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto