Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La stagione dei mirtilli statunitensi debutta in Cina con la nuova varietà "Peachy Blue"

Il 12 agosto, nei negozi di frutta Pagoda di Shanghai, sono stati esposte confezioni di mirtilli freschissimi provenienti dagli Stati Uniti. I piccoli frutti facevano parte della prima spedizione verso la Cina della stagione 2022 di mirtilli freschi statunitensi, ed erano stati raccolti pochi giorni prima in un’azienda dell'Oregon, prima di essere aviotrasportati all'aeroporto internazionale di Shanghai Pudong.

Ogni anno vengono raccolte quasi 68.000 tonnellate di mirtilli highbush negli Stati Uniti e l’Oregon - dove la stagione dei mirtilli va da fine giugno a settembre - ha la seconda produzione più grande di mirtilli degli Stati Uniti. Come altri mirtilli statunitensi, quelli dell'Oregon sono noti per la loro alta qualità e la freschezza. Ma i mirtilli inviati nella prima spedizione di stagione in Cina erano davvero speciali perché Pagoda ha selezionato una varietà di recente sviluppo, chiamata Peachy Blue. È il primo anno di produzione commerciale per questa varietà, e la prima volta che viene esportata in Cina, dove non è ancora disponibile per la semina da parte dei coltivatori domestici.

Peachy Blue
Varietà di metà stagione, la Peachy Blue si caratterizza per un sapore aromatico unico, con sentori di pesca fresca. Le bacche hanno un diametro di circa 14-16 mm. Il volume della Peachy Blue prodotto negli Stati Uniti è ancora piuttosto basso perché si tratta di una nuova varietà. Inoltre, le bacche di questa spedizione avevano un calibro di almeno 16 mm, per soddisfare gli elevati standard dei clienti di Pagoda per la frutta importata, il che ha ulteriormente ridotto il volume disponibile per Pagoda, secondo Harlan Xiao, responsabile degli acquisti internazionali. Nella spedizione sono state incluse circa 2.700 clamshell.

Negli ultimi anni, le importazioni cinesi di vari tipi di mirtilli statunitensi sono aumentate, e le importazioni dei piccoli frutti trasformati sono triplicate dal 2020, guidate dalla forte domanda di mirtilli surgelati statunitensi. Questo è solo il terzo anno in cui i mirtilli freschi statunitensi possono essere importati in Cina, dopo la prima spedizione commerciale di successo dell'anno scorso. Sebbene i volumi siano inferiori rispetto ai frutti trasformati, si prevede che, a partire dal 2022, anche le importazioni di mirtilli freschi aumenteranno.

L'Highbush Blueberry Council (USHBC) degli Stati Uniti ha svolto un ruolo fondamentale fare da ponte tra i fornitori statunitensi e i clienti cinesi e nella promozione dei mirtilli statunitensi in Cina, comprese le promozioni in corso in questa stagione di mirtilli freschi.

Per maggiori informazioni:
U.S. Highbush Blueberry Council
www.ushbc.blueberry.org


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto