Eric Tastayre, Apifood:

"È una vera corsa all'acquisto di susine"

Se le albicocche e le pesche sono state per lo più risparmiate dalle gelate primaverili, purtroppo non si può dire lo stesso per le susine. "Il raccolto è inferiore a quello previsto. Il gelo è stato più devastante dell'anno scorso", riferisce Eric Tastayre, direttore dell’azienda Apifood. La situazione è particolarmente evidente per la varietà Reine-Claude. "Le varietà precoci sono state le più colpite. Gli areali dedicati a Reine-Claude, ad esempio, hanno perso quasi il 40% del raccolto".

I prezzi alti non compenseranno le perdite di volume
I volumi limitati hanno portato a prezzi sostenuti: "Stiamo cercando di fare del nostro meglio per limitare l’aumento dei prezzi al consumatore, garantendo al contempo il miglior valore possibile per il produttore, già colpito da un raccolto ridotto. Un equilibrio non sempre facile da raggiungere. Purtroppo i prezzi alti non compenseranno la perdita di volume causata dal gelo".

Una campagna difficile per la carenza di prodotto
Nonostante l'attuale particolare contesto economico e i prezzi elevati, la domanda di susine resta alta. "Quest'anno siamo fortunati ad avere una qualità sorprendente di susine. L'elevato livello di ore di sole ha permesso al frutto di assorbire lo zucchero e le susine hanno retto bene. Inoltre, l’ondata di calore ha favorito il consumo della frutta estiva. Pertanto, considerati i volumi limitati e una buona qualità, la domanda è forte. E per trovare un prodotto soddisfacente, ci troveremo a dover fare una vera corsa all’acquisto!".

Le varietà tardive sono le meno colpite?
Nei prossimi giorni, Apifood si prepara ad entrare nel vivo della stagione. "Abbiamo iniziato la raccolta con dieci giorni di anticipo per un certo numero di varietà, e ora l’attività comincia a stabilizzarsi un po'. Aspettiamo di vedere i volumi che arriveranno dai frutteti per le prossime varietà. Ci auguriamo che il raccolto della Tc Sun sia superiore al previsto, considerato che per la Grenadine sembra che i volumi saranno leggermente maggiori. Ma fino a quando i frutti non saranno nelle cassette, sarà difficile fare una valutazione accurata. In ogni caso, è probabile che la stagione sarà più breve, a causa di questa carenza di volumi".

Nonostante la situazione, Eric vuole rimanere ottimista: "Siamo ancora qui e ci saremo anche l'anno prossimo! Fortunatamente il nostro nuovo impianto di stoccaggio a Moissac è arrivato al momento giusto. Ci permette di avere un po' più di merce ricevendo e spedendo la frutta direttamente dai produttori. Per quanto riguarda l'ondata di caldo, ovviamente ne stiamo soffrendo, ma stiamo andando meglio di altre regioni che hanno restrizioni idriche molto più pesanti delle nostre".

Per maggiori informazioni:
Eric Tastayre
Apifood
Bâtiment administratif
Marché Gare
82030 Montauban - Francia
Tel.: +33 5 63 20 22 50
Cell.: +33 6 07 59 03 75
eric@apifood.com
apifood.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto