Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Direct Fresh Sourcing lancia la nuova private label di banane Bellarillo

"Con l'approvvigionamento all'origine, aumenteremo il nostro volume biologico"

Negli ultimi sei mesi, a causa dell'aumento delle tariffe di trasporto, dei tassi di cambio del Dollaro, dei ritardi nelle consegne e dei margini inferiori, il mercato globale delle banane è stato sottoposto a delle forti pressioni. Tuttavia, in una prospettiva a lungo termine, il frutto rimane al primo posto tra i consumatori. Le banane biologiche in particolare, siano esse Bio, Demeter o Fairtrade, stanno godendo di una crescente popolarità. Per soddisfare in futuro questa domanda in rapida crescita, la società commerciale di frutta Direct Fresh Sourcing con sede ad Amburgo, ha ora lanciato un nuovo marchio di private label, Bellarillo. Abbiamo parlato con la direzione dell'azienda a conduzione familiare degli attuali sviluppi del mercato e del futuro del commercio di banane.

Da quasi dieci anni, Dirk Landahl e il suo team si dedicano all'approvvigionamento e alla commercializzazione di prodotti d'oltreoceano come aglio, avocado, mango e zenzero. Tuttavia, l'obiettivo principale dell'azienda rimane il commercio di banane a livello nazionale e internazionale. Per poter coordinare l'approvvigionamento delle merci all'origine con le esigenze e le scadenze del mercato, l'anno scorso è nata la Direct Fresh Sourcing.

"Volevamo fare un ulteriore passo avanti e quindi abbiamo acquisito una partecipazione in una piantagione in Ecuador. Dei 240 ettari totali, 135 sono già in produzione e, a seconda della stagione, riusciremo a produrre tra i 6.000 e gli 8.000 cartoni a settimana, quando pienamente produttiva, di prodotti a marchio Demeter o certificati biologici e Fairtrade", prevede Landahl.


Dirk Landahl (a destra) e il genero Felix Stamer, presentano la nuova private label Bellarillo.

La piantagione è stata completamente ripiantata, continua Landahl. "Oltre a questo, in fase iniziale siamo in grado di dotare la piantagione di motori elettrici ed energia solare, il che è sicuramente richiede maggiori sforzi e costi aggiuntivi su un sito di produzione esistente. A tal proposito, stiamo creando una forma di compensazione di CO2, per così dire, dal momento che abbiamo costruito la piantagione da zero, cioè su un terreno incolto. Le risorse idriche necessarie sono disponibili anche nel nuovo sito produttivo", aggiunge Landahl.

Ultimo ma non meno importante, l'ampliamento della gamma di servizi rappresenta anche un valore aggiunto per i clienti già acquisiti nella distribuzione alimentare europea, aggiunge Landahl. "Con la nostra piantagione, ora abbiamo un legame diretto con l'origine, che prima non esisteva in questa forma. Ciò ci consente anche di rispondere in modo più flessibile agli sviluppi del mercato che, in definitiva, va nell'interesse del nostro cliente".

Dirk Landahl con i partner di produzione dell'azienda La Cantarina

Fluttuazioni del mercato e fonti alternative di approvvigionamento
Tuttavia, anche la dirigenza della Direct Fresh deve confrontarsi con le sfide attuali. In particolare nel secondo trimestre del 2022, hanno subito un duro colpo nel settore bananicolo, continua Landahl. "La guerra e il conseguente aumento dei costi e delle tariffe hanno portato al crollo del mercato. Se avessimo dovuto far fronte solo al tasso di cambio del dollaro, sarebbe stato più gestibile".


Le risorse idriche sono abbondanti nel nuovo sito produttivo.

Per poter garantire ai retailer l'intera gamma di banane e una qualità costante per dodici mesi l'anno, l'azienda è ora alla ricerca di fonti di approvvigionamento alternative.

"Soprattutto durante il cambio di stagione, a volte si può verificare una carenza di approvvigionamento e un calo della qualità in Ecuador. La Repubblica Dominicana è un'alternativa logica e potremmo considerare anche Panama e Costa Rica. La Colombia si sta affermando sempre come un’alternativa per il settore convenzionale".


Scatti dal sito produttivo dell'azienda La Cantarina

Obiettivi e progetti
"Gli ultimi passaggi del progetto di espansione dell'azienda si basano non solo sull'economia, ma anche su dei principi", conclude Landahl. "Sono certo che questa sia la strada giusta. Dopotutto, come importatore puro, di questi tempi è diventato quasi impossibile operare secondo criteri economici. Abbiamo obiettivi e progetti che vogliamo mettere in pratica in modo proattivo. Poter contribuire a un mondo sano e trasmettere anche un concetto sano di business alla prossima generazione, è qualcosa che ci sta a cuore".

Foto: Direct Fresh Sourcing Ltd / La Cantarina

Per maggiori informazioni:
Felix Stamer
Direct Fresh Sourcing GmbH
Kiebitzhof 9
D-22089 Amburgo - Germania
Tel.: +49 40 2000 745 13
Fax: +49 40 2000 745 10
Email: felix@direct-fresh.de


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto