Kris Wouters, Fruithandel Wouters:

"Non ricordo che le pere QTee abbiano mai avuto un grado Brix così alto"

L'azienda belga Fruithandel Wouters ha iniziato a selezionare le prime pere QTee® nella seconda settimana di agosto 2022. "Si tratta delle prime pere della stagione. Prima siamo stati impegnati nella raccolta dei primi frutti, ora è iniziata anche la vendita. C'è una grande differenza tra i lotti, ma prevediamo di avere un raccolto simile a quello dell'anno scorso", afferma Kris Wouters.

"La differenza più evidente rispetto allo scorso anno è che il grado Brix è molto più alto in questa stagione. Si è passati da un eccesso all'altro. L'anno scorso, il contenuto zuccherino di tutti i frutti, comprese mele e ciliegie, è stato scarso a causa di un'estate fredda e umida. In questa stagione, sta accadendo il contrario. Non ricordo che le pere QTee abbiano mai avuto un grado Brix così alto. Anche le pere Conference hanno un grado molto più alto".

Prezzi accettabili
Tuttavia, il recente clima caldo e secco sta preoccupando il commerciante. "Come ho detto, c'è una notevole differenza di qualità tra i diversi lotti. Ce ne sono alcuni con frutti grandi e con un buon calibro. Ciò è dovuto principalmente al fatto che questi lotti non sono stati colpiti dal gelo e hanno avuto a disposizione sufficiente acqua. Per i lotti che non hanno avuto questa fortuna, purtroppo la situazione è meno positiva: i frutti sono molto più piccoli. Con il clima caldo e secco, temo che la situazione non migliorerà", spiega Kris.

Tuttavia, Wouters si rifiuta di affrontare la prossima stagione con un atteggiamento negativo. "Questo non aiuta. La raccolta della Conference è iniziata il 17 agosto, quindi non c’è stato molto tempo per riprendersi dalla siccità".

"Pertanto, non si prevede un raccolto eccellente. D'altra parte, questo significherebbe anche avere problemi di prezzo. Noi invece, con delle normali aspettative di raccolto, speriamo di ottenere prezzi accettabili. Un mese fa, c'era molta paura di un mercato sovraffollato", dice Kris.

"Ma ora ho sentito che la maggior parte della frutta è stata venduta. Ciò influirà positivamente sui prezzi. È un settore straordinario e in continua evoluzione. L'anno scorso sembrava essere una stagione meravigliosa e invece improvvisamente la situazione è cambiata. Ho detto ai coltivatori che ora le cose potrebbero sembrare un po' meno rosee, ma potrebbero facilmente cambiare positivamente per le pere".

Alternative
La Fruithandel Wouters ha sempre esportato molto in Russia. I recenti sviluppi hanno costretto l’azienda a cercare dei mercati alternativi. "L'anno scorso abbiamo esportato molto, ad esempio, in Cina", afferma Wouters, "e ci proveremo anche quest'anno. Stiamo anche cercando di trovare molti nuovi clienti nell'Europa (orientale)".

"La maggior parte delle pere QTee di calibro 60/65 sono destinate al Regno Unito, i calibri più piccoli soprattutto in Medio Oriente e quelli più grandi nei supermercati di Belgio, Germania e Scandinavia. Commercializziamo le QTee sulle piazze dove non possiamo vendere le Conference. Quelle sono le regioni che preferiscono le pere più lisce. Quindi, distribuiamo i nostri rischi e possiamo commercializzare i nostri frutti in tutto il mondo", conclude Kris.

Per maggiori informazioni:
Kris Wouters
Fruithandel Wouters
21 Kasteellaan
3454, Rummen, Belgio
Tel.: +32 (0) 475 283 696
Email: kris@woutersfruit.be 
Web: www.woutersfruit.be


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto