Yoselyn Malamud, Virú Peru:

"Il mercato peruviano degli asparagi è cambiato a causa dei forti rincari del trasporto aereo"

Poiché la domanda di asparagi nel settore del retail e della ristorazione è tornata ai livelli pre-pandemici, il mercato delle esportazioni degli asparagi freschi ha registrato livelli molto elevati delle tariffe del trasporto aereo. Per l’azienda di coltivazione ed esportazione Virú Perù, i cambiamenti avvenuti nel corso degli anni sono stati significativi.

L’amministratore delegato dell'azienda Yoselyn Malamud dice: "Per quanto riguarda gli asparagi freschi, l'attività è cambiata negli ultimi anni, da quando il costo del trasporto aereo delle merci ha toccato livelli molto alti, rendendo i nostri prezzi meno competitivi nelle ​​varie destinazioni. Europa e Regno Unito continuano a preferire gli asparagi peruviani con programmi annuali stabili, ma la concentrazione del volume va negli Stati Uniti".

La Virú Perù, con sede a La Libertad, in Perù, coltiva ed esporta asparagi freschi ed è il più grande produttore del Paese di asparagi bianchi e verdi trasformati. E' anche il maggiore produttore di carciofi al mondo. "Siamo il più grande produttore peruviano di frutta e verdura in scatola e surgelata. I nostri prodotti principali sono asparagi bianchi e verdi, peperoni, carciofi, mango, avocado, mirtilli, fragole, palmito e bacche di acai".

I loro asparagi bianchi freschi vengono esportati principalmente nei Paesi europei fra cui Paesi Bassi, Germania, Svizzera e Austria, mentre anche il Giappone sta aumentando i suoi ordinativi quest'anno, secondo Malamud. Per quanto riguarda gli asparagi verdi freschi, l’azienda esporta il 75% del volume negli Stati Uniti, in Europa, nel Regno Unito e in Asia.

Malamud dice che, sebbene l'attuale domanda di asparagi trasformati sia stabile, la guerra in Ucraina ha causato un aumento dei costi di input negli oltre 13.000 ettari di aziende agricole.

"Attualmente, la nostra domanda di asparagi trasformati è stabile. Forniamo sia il settore del retail che quello della ristorazione. La vendita al dettaglio è forte e il settore della ristorazione ha recuperato i volumi persi durante la pandemia. Come in quasi tutti i settori, la guerra in Ucraina ha causato un aumento dei costi - fertilizzanti, olio di girasole, imballaggi, fra gli altri. Abbiamo adottato delle misure per salvaguardare la continuità delle nostre attività. L'asparago bianco in scatola è destinato principalmente all'Europa. Gli asparagi verdi in scatola sono destinati principalmente all'Europa e agli Stati Uniti. I peperoni del Pinquillo in scatola sono destinati principalmente alla Spagna e agli Stati Uniti".

La Virú Perù ha un netto vantaggio nell’affrontare le attuali sfide globali nei diversi mercati, grazie alle dimensioni dell'azienda, con sette sedi in tutto il mondo. Questo aiuta nelle vendite in Europa, Spagna, Francia, Italia e altre nazioni. "Il fatto di avere attività nei diversi Paesi ci avvantaggia, perché ci consente di affrontare al meglio la crisi logistica che stiamo attraversando, di rispondere rapidamente alle esigenze dei nostri clienti, oltre ad essere fisicamente vicini. Stiamo anche aumentando la nostra capacità di trasformazione in Spagna con i piatti pronti".

Malamud attribuisce lo sviluppo delle attività internazionali al costante approccio innovativo della sua azienda. "L'innovazione è uno dei pilastri della nostra cultura aziendale. Lavoriamo a stretto contatto con i nostri clienti/partner, e questo ci consente di conoscere le tendenze del mercato e fornire soluzioni su misura. Lanciamo sempre nuovi prodotti e soluzioni nel settore dei trasformati e dei surgelati. Stiamo anche ampliando le nostre attività in Spagna, dove abbiamo appena acquistato una nuova struttura e la stiamo implementando per aumentare la nostra capacità di produzione. In Perù stiamo sviluppando ulteriormente la nostra produzione di surgelati e stiamo diversificando la nostra offerta di frutta e verdura".

"Tutte le nostre attività sono certificate in accordo alle normative internazionali di sicurezza, qualità, sicurezza alimentare, responsabilità sociale e sostenibilità. La Virú dimostra un forte impegno nei confronti delle comunità, della forza lavoro e degli stakeholder: nel 2021 siamo stati inseriti dal Great Place to Work Institute al quinto posto della classifica Great Place to Work Latin America 2021, diventando uno delle più note aziende della regione".

"Anche quest'anno l'azienda è al primo posto nella categoria Great Place to Work Production & Operations Perù 2022, per il terzo anno consecutivo. Ciò dimostra il forte impegno nei confronti di tutta la nostra forza lavoro e degli stakeholder. Siamo molto orgogliosi di questo riconoscimento", conclude Malamud.

Per maggiori informazioni:
Yoselyn Malamud
Virú Peru
Tel: +51 44 484040
Email: ymalamud@viru.com.pe 
Web: www.viru.com.pe/en


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto