Christiaan Rijnhout, Roamler:

"In estate il Fruiting Vegetable Monitor sarà operativo, e dopo sarà la volta delle banane"

La piattaforma di crowdsourcing olandese, Roamler, apre alla sottoscrizione per specifiche categorie di frutta e verdura. Il primo è stato il Berry Monitor per i piccoli frutti alla fine del 2020, a cui è seguito subito dopo quello dei pomodori e frutti esotici. A partire da quest'estate, tutti gli interessati potranno anche monitorare altri ortaggi a frutto.

Da oltre dieci anni, Roamler assiste gli operatori dell'intera filiera ortofrutticola, dai selezionatori ai retailer e, attraverso una comunità di smartphone, fornisce informazioni e immagine dettagliate. La piattaforma rende trasparenti tutti i dati sui prodotti rilevati nei supermercati europei e gli abbonati ricevono aggiornamenti settimanali sullo stato attuale dei prodotti. Tutti possono quindi avere una chiara visione d'insieme di prezzo, origine, forma e dimensioni dell'imballaggio, fornitore e qualità instore del prodotto.

A generare questi dati sono i cosiddetti "roamler" - persone che visitano i retailer di tutta Europa una volta alla settimana. Utilizzano i loro smartphone per fornire informazioni sulla situazione degli scaffali, sulla base di domande e fotografie. "Queste vengono visualizzate in Power BI, quindi i dati sono in tempo reale e diventano immediatamente accessibili nel dashboard. Si possono facilmente visualizzare e scaricare tutte le foto dall'ambiente online", afferma Christiaan Rijnhout.

Gli abbonati al Tomato Monitor, inclusi breeder, cooperative, esportatori e rivenditori, hanno mostrato interesse anche in un monitor dedicato ad altri ortaggi a frutto, inclusi peperoni quadrati, cetrioli e melanzane. "Le sottoscrizioni potranno riguardare tutto il comparto ortofrutticolo o un prodotto in particolare, rendendolo più interessante dal punto di vista dei costi. Il prototipo è pronto e, il mese prossimo, inizieremo il lavoro sul campo. Inizieremo monitorando peperoni, cetrioli e melanzane nei supermercati di Regno Unito, Germania e Polonia".

Ma non finirà con gli ortaggi a frutto: la categoria delle banane è la prossima nell'elenco dei prodotti che verranno monitorati ogni settimana, separatamente o come parte dei frutti esotici. "Le banane possono sembrare molto gestibili all'inizio, ma in realtà sono soggette a diverse situazioni soprattutto per quanto riguarda la sostenibilità. Questo lo rende un prodotto molto interessante da monitorare, nei negozi di tutta Europa. L'assortimento standard delle banane è abbastanza regolamentato, ma c'è la necessità sul mercato di mappare i problemi di attuazione, come le promozioni interne", spiega Christiaan.

Come con i monitor precedenti, verrà aggiunto un componente di qualità. "Per ogni prodotto, chiediamo ai nostri 'roamler' che visitano i negozi di valutare la qualità su una scala da uno a cinque. Ovviamente, questo è un giudizio soggettivo, ce ne rendiamo conto. Ma fornisce un'immagine della percezione della qualità da parte dei consumatori".

"La cosa fantastica è che, con le banane, possiamo oggettivare questo giudizio di qualità. L'app avrà una scala a sette colori, quindi chiunque potrà facilmente giudicare la qualità delle banane. Inizieremo a testare il Banana Monitor a settembre. Non appena si iscriveranno i primi due clienti, potremo essere operativi in ​​due settimane", conclude Christiaan.

Per maggiori informazioni:
Christiaan Rijnhout
Roamler Nederland
20 NSDM Plein
1033 WC, Amsterdam - Paesi Bassi
Tel.: +31 (0) 682 800 186
Email: christiaan.rijnhout@roamler.com     
Web: www.roamler.nl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto