DG SANTE

Cancro batterico degli agrumi: 42 rilevamenti in carichi di limoni dal Brasile

Di recente, Waldyr Promicia, presidente di Abrafrutas, ha rilasciato la seguente dichiarazione.

"Gentili associati ed esportatori di limoni, sono stato informato dal team esecutivo di Abrafrutas con sede a Brasilia che, in un incontro con il direttore dell'area fitosanitaria di MAPA, il dott. Carlos Goulart, in merito alla sospensione delle società esportatrici di limoni, a causa dei rilevamenti di cancro batterico degli agrumi nelle esportazioni o nei carichi esportati, sono state rese disponibili le seguenti informazioni:

  • la DG SANTE, l'agenzia di controllo fitosanitario dell'Ue, ha riferito al MAPA un totale di 42 rilevamenti di cancro batterico degli agrumi nei carichi di limoni dal Brasile, il risultato della somma dei rilevamenti dalla fine della seconda metà del 2021 più gli eventi fino a nel 2022. Mai nella storia del rapporto tra Brasile e Ue nelle esportazioni di agrumi, era stata rilevata tale carenza nei controlli;
  • la stessa agenzia ha chiesto al MAPA di spiegare le ragioni di questa carenza di controlli su un organismo nocivo da quarantena regolamentato, per il quale lo standard dovrebbe essere zero, e quali misure correttive e punitive sarebbero state attuate;
  • MAPA ha verificato il transito interstatale dei limoni su camion verso altri Stati, con scarico in territorio considerato esente da cancro batterico agli agrumi ai fini dell'esportazione;
  • Inoltre, è stata verificata da MAPA la fuoriuscita di carico per l'esportazione dai punti di uscita ritenuti più impegnativi nell'ispezione;
  • I risultati degli audit effettuati questa settimana dai servizi di ispezione ufficiali presso gli impianti di confezionamento hanno mostrato container pronti per l'esportazione che contenevano frutta contaminata, mostrando l’alto rischio che il problema persista.

Di fronte a tali situazioni, MAPA, senza previa consultazione con il settore privato, ha deciso di:

  • sospendere per 60 giorni le aziende e le unità di consolidamento che hanno avuto riscontri di cancro batterico degli agrumi dalla fine del 2021 ad oggi;
  • intensificare le ispezioni in tutti i punti di ispezione e di uscita dei limoni in tutto il Paese, considerando il limone come un "canale rosso" nelle esportazioni;
  • continuare audit e ispezioni nelle unità di produzione e imballaggio delle regioni produttrici;
  • registrare nuovamente tutti gli UP e UC dal 1 agosto per le esportazioni di lime nell'Ue. 

Inoltre è stato riferito che la pressione politica ha iniziato a rallentare le ispezioni e altre questioni correlate, ma MAPA sta facendo quanto necessario per impedire la chiusura del mercato dell'Ue ai limoni brasiliani e anche le interruzioni nei processi d’esportazione del limone e di altri prodotti agricoli nell'Ue e in altri Paesi.

Tuttavia, MAPA non rinuncerà a proteggere la catena di produzione dei limoni nella continuità delle esportazioni verso l'Ue, così come la reputazione dell'Organizzazione nazionale per la protezione delle piante del Brasile.

Considerato che sono ancora in corso le comunicazioni formali alle aziende e alle UC circa le sospensioni, e che MAPA ha già segnalato ai dirigenti di Abrafrutas in Brasile di mantenere il rigore e applicare le misure sopra citate, spetta a tutti gli operatori del settore prestare la massima attenzione e rispettare la normativa vigente sul cancro batterico degli agrumi".

Clicca qui per leggere il comunicato completo.

Fonte: abrafrutas.org


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto