Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Miguel Ángel, della Tebrio: "Nel 2024 avremo una capacità produttiva di 100mila tonnellate l'anno"

In Europa, il primo fertilizzante biologico al 100 per cento, prodotto dagli insetti

La storia della concimazione, che l'uomo utilizza dagli albori dell'agricoltura, ha fatto un nuovo passo avanti, grazie alla Tebrio, con il lancio del primo fertilizzante di origine entomologica registrato in Europa.

"Adriana Casillas e Sabas de Diego, rispettivamente amministratore delegato e direttore generale della Tebrio, hanno avuto l'idea nel 2012, con l’intento di fornire al settore agroalimentare una soluzione sostenibile e di qualità, e aiutare il pianeta rispondendo alla crescente domanda di cibo e fertilizzanti, nel rispetto dell'ambiente", afferma Miguel Ángel Álvarez.


Miguel Ángel Álvarez del Real.

Il risultato di questa iniziativa è oFrass, un biofertilizzante adatto all'agricoltura biologica, ottenuto al 100% dal Tenebrio molitor e prodotto secondo un interessante modello di produzione circolare a bilancio di CO₂ negativo, che massimizza la resa nella produzione dell'insetto nelle sue diverse fasi.

"Per nutrire il Tenebrio molitor utilizziamo sottoprodotti dell'industria alimentare, e gli insetti possono essere utilizzati in ogni fase. Quando il Tenebrio molitor è allo stadio larvale, otteniamo il fertilizzante dai suoi escrementi. Al termine del suo stadio larvale, produciamo farine di alta qualità e ad alto contenuto proteico che utilizziamo per la produzione di mangimi, e dal coleottero adulto otteniamo il chitosano, materia prima di alto valore a uso industriale, compresa la produzione di biofilm".

Tuttavia, la versatilità di questo insetto, comunemente noto come tarma della farina, non si ferma qui. La stessa Commissione europea ne ha persino approvato l'uso negli alimenti, includendolo dall'anno scorso nell'elenco dei nuovi alimenti dell'Ue. "Inoltre, il Tenebrio molitor non produce metano o gas serra", afferma Miguel Ángel, "il che lo rende molto diverso dagli altri prodotti agricoli e oFrass garantisce la totale assenza di metalli pesanti, agenti patogeni o semi nel prodotto".


oFrass è commercializzato in polvere o pressato in pellet, due formati che ne facilitano l'applicazione, a seconda delle esigenze dell'agricoltore.

"oFrass migliora la capacità delle piante di assorbire i nutrienti dal suolo, grazie al suo basso rapporto carbonio-azoto, e aiuta nella fissazione dell'azoto ambientale e nella solubilizzazione di fosforo e potassio. Fornisce un grande contributo di materia organica al suolo, nonché di macronutrienti essenziali (NPK) e micronutrienti. Inoltre, dato il contenuto di microrganismi nel prodotto, fornisce un'elevata quantità di batteri super-potenti e benefici per le piante".

"Inoltre, ha effetti biostimolanti, dovuti alla produzione di fitormoni vegetali che consentono alle piante di rispondere meglio a fattori di stress abiotici, come gelo, salinità o pH estremo".

"oFrass ha anche proprietà biofortificanti. Una delle chiavi è che ogni deiezione di Tenebrio molitor viene avvolta in una guaina di chitina. Questa molecola attiva la resistenza sistemica indotta delle piante, cioè attiva nella pianta diverse vie metaboliche per difendersi da parassiti e malattie, consentendoci di distanziare le applicazioni di agrofarmaci e ottenere una pianta più resiliente".

"Con oFrass ci stiamo concentrando sulle colture orticole, ottenendo ottimi risultati. Stessi risultati anche nei test sulle colture legnose, e attualmente lo stiamo introducendo nella coltivazione della fragola. Infatti, inizieremo diversi trial con aziende produttrici di Huelva".


Trial di oFrass sui meloni: confronto colturale con e senza la soluzione della Tebrio il 25 aprile (foto in alto a sinistra), dopo la prima raccolta (foto in alto a destra) e dopo la seconda raccolta (foto in basso).

Nuovo stabilimento produttivo a Salamanca
Nei dieci anni trascorsi da quando è nata l’idea di questo progetto, la Tebrio ha seguito un percorso di successo che si concluderà nel 2024 con il completamento del nuovo complesso industriale dell'azienda, con il quale intende moltiplicare la sua capacità produttiva.

"Nel 2016, abbiamo costruito la prima fabbrica di insetti, approvata dall'Ue per uso alimentare. Solo un anno dopo, nel 2017, siamo stati la prima azienda al mondo a ottenere l'approvazione di oFrass sul mercato. È anche importante notare che siamo registrati come impianto di produzione di fertilizzanti".

"Nel 2020, il sostegno alla Tebrio da parte degli investitori Criteria Caixa e CDTI, ha dato all'azienda un forte impulso e stiamo attualmente costruendo le nostre nuove strutture per la produzione di insetti a Doñinos de Salamanca, che sarà completata nel 2024. Sono stati investiti 70 milioni di euro e avrà 70.000 metri quadrati dedicati all'allevamento del Tenebrio molitor, con una capacità produttiva di 100mila tonnellate l'anno di prodotti derivanti dagli insetti", afferma Miguel Ángel Álvarez.

Futuri nuovi impianti di Tebrio.

Per maggiori informazioni:
Tebrio
Ctra. N-620 Km. 244
37120 Doñinos de Salamanca
Salamanca, Spagna
+34 923 048 049
miguelangel.alvarez@tebrio.com
tebrio.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto