Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Daniel Pitton (Visar Sorting Sàrl) sulla tecnologia per patate e ortaggi:

"La domanda di linee di selezione ottica continuerà ad aumentare nei prossimi anni"

Nell'ultimo decennio, le linee di selezione ottica hanno rapidamente acquisito importanza, in particolare nei settori delle patate, delle cipolle e degli ortaggi da campo. A trainare questo sviluppo tecnologico è l'azienda svizzera Visar Sorting. La sua linea di selezione Sortop è ora diventata una soluzione standard per i moderni coltivatori, selezionatori e confezionatori, sia in patria che all'estero. In occasione degli Open day che si sono svolti dal 23 al 25 giugno, abbiamo parlato con il fondatore e amministratore delegato dell'azienda, Daniel Pitton, sulla situazione attuale e futura del processo di selezione ottica.


Demo della macchina durante l'open house

Il rapido sviluppo dell'azienda è iniziato con il lancio sul mercato della selezionatrice ottica per carote Sortop Carrots, utilizzata per la prima volta nel 2010. Nel 2015 è seguito il secondo modello per la selezione ottica delle patate, chiamato Sortop Potatoes. La gamma di prodotti oggi è completata dalla Sortop Multi, una selezionatrice per tuberi e carote di tutti i tipi. Pitton ha riferito: "Indipendentemente dal prodotto, le esigenze dei nostri clienti, siano essi confezionatori, grossisti o coltivatori, sono praticamente le stesse ovunque. Gli operatori si trovano ad affrontare una continua carenza di manodopera qualificata e l’aumento dei salari minimi, motivo per cui sono urgenti soluzioni altamente automatizzate".

La competenza tecnica del fornitore svizzero di macchinari è unica nel settore delle patate, secondo Pitton. "Dal punto di vista tecnico, le patate sono le più difficili da selezionare, anche a causa delle numerose varietà, con colori e forme diverse. Qui la nostra soluzione si è rivelata particolarmente efficiente".

Secondo Pitton, l'80% degli impianti europei di confezionamento delle carote è oggi dotato di un sistema di selezione ottica. Per le patate, la quota è leggermente inferiore. "In generale, la domanda è attualmente molto alta e credo che continuerà ad aumentare nei prossimi anni".


Il team Visar Sorting a Fruit Logistica 2022.

Sviluppo potenziale in Asia e nell'Europa orientale
Il settore internazionale delle patate e degli ortaggi guarda indietro ai due difficili anni di pandemia che hanno notevolmente frenato l'attività di investimento nel settore, e i progetti pianificati sono stati sospesi o rinviati. "D'altra parte, la pandemia ha anche portato a un aumento della domanda e all'accelerazione dell'automazione nel settore. Questo perché, utilizzando i sistemi di selezione ottica, è possibile sostituire il processo manuale quasi al 100%, il che si è riflesso nella domanda, in particolare durante la pandemia, quando la percentuale dei contagi a volte causava una grave carenza di manodopera nei campi".

Anche nel lungo periodo, secondo Pitton, si può osservare una chiara tendenza alla meccanizzazione in tutta Europa e in altre regioni. "Ci sono sicuramente enormi differenze tra i Paesi, in termini di capacità finanziarie e salari. A tale riguardo, il Nord Europa e la regione DACH (Germania, Austria e Svizzera) stanno andando molto bene. Tuttavia, nei prossimi anni, il nostro obiettivo è quello di un ulteriore sviluppo del processo di selezione ottica anche in Asia e nell'Europa orientale". Attualmente sono state installate 220 selezionatrici ottiche, principalmente presso aziende di medie dimensioni o gestite dai proprietari.

"Non devi fare un investimento impegnativo per passare alla selezione ottica. Ad esempio, annoveriamo tra la nostra clientela anche produttori di patate con marketing diretto. Vogliamo continuare a soddisfare le loro esigenze anche in futuro".

Nonostante le comprovate prestazioni migliori rispetto alla selezione manuale, la Visar Sorting Sàrl si è posta l'obiettivo di ottimizzare ulteriormente il processo esistente. Pitton ha affermato: "Stiamo lavorando a pieno ritmo su un sistema che distingue l'infestazione da filari dai problemi di rizoctonia. Lo stesso vale per il rilevamento dei difetti di qualità interni alle patate".

Vantaggi e svantaggi dell’etichetta 'Swiss Made'
Dal punto di vista del marketing, l’etichetta "Swiss Made" è un vantaggio commerciale forte ma può rivelarsi anche una sfida, ha sottolineato Pitton. Questo perché la progettazione degli impianti si basa inevitabilmente su materie prime e servizi di alta qualità. "Stiamo anche soffrendo degli alti tassi di cambio del franco svizzero, che stanno riducendo i nostri margini e costringendoci a risparmiare il più possibile sui costi di produzione".

A complicare ulteriormente la situazione, è l'attuale situazione degli appalti di pezzi di ricambio e componenti elettronici, che rimane difficile. "Abbiamo già convertito le nostre macchine all’utilizzo di pezzi di ricambio differenti e prodotti da diversi fornitori, il che aumenta le possibilità di trovare il materiale di cui abbiamo bisogno. Di conseguenza, come in tutto il settore, non si possono escludere presto colli di bottiglia nella fornitura", ha concluso Pitton.

Per maggiori informazioni:
Barbara Baumann
Visar Sorting Sàrl 
La Tuilière 8 
1047 Oppens - Svizzera
+41 21 887 03 01
b.baumann@visar-sorting.com 
www.visar-sorting.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto