Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Rapporto di mercato BLE, settimana 26 del 2022:

"La stagione degli asparagi sembra essere finita, per qualità e secondo il calendario"

Sui mercati tedeschi, la stagione degli asparagi si è avvicinata alla fine, dal punto di vista della qualità e per il calendario. Secondo il rapporto di mercato BLE, relativo alla settimana 26 del 2022, domanda e offerta hanno continuato a diminuire. Oltre alle offerte nazionali dominanti, ci sono state forniture olandesi e polacche, oltre agli asparagi verdi dal Messico e dal Perù. I prezzi sui mercati sono stati contrastanti nel corso della settimana considerata ma, nel complesso, hanno mostrato una leggera tendenza al ribasso.

Mentre i trasbordi a Francoforte e Colonia hanno registrato un ritmo lento, a Berlino la domanda di asparagi bianchi domestici e olandesi è aumentata di nuovo. Qui, i perfetti turioni bianchi da 22+ mm sono stati quotati da 6 a 8 euro/kg. Per garantire lo sdoganamento degli ultimi lotti per le varietà verdi a Monaco di Baviera, è stato necessario abbassare i prezzi della settimana precedente.

Mele
Le importazioni dall'estero hanno costituito la base della gamma e acquisito importanza. Le Royal Gala di Nuova Zelanda e Cile hanno dominato. Dagli stessi Paesi sono arrivate sul mercato in quantità maggiori anche le Breaburn, Elstar e Pink Lady. La presenza di lotti europei dai magazzini è diminuita solo leggermente.

Pere
Le spedizioni sudafricane e cilene hanno dominato il mercato, le merci argentine sono state complementari. Le ultime Abate Fetel italiane, così come le Conference olandesi e belghe, hanno continuato a mantenere la loro posizione ma non hanno attirato molta attenzione.

Uva da tavola
L'Italia ha dominato la scena, con grandi forniture di Victoria e Black Magic. L’egiziana Prime Seedless è seguita per importanza. L'India e il Sudafrica hanno continuato a perdere importanza e non sono andati oltre un carattere supplementare.

Fragole
Le offerte domestiche di qualità hanno dominato la scena, mettendo in secondo piano le limitate forniture olandesi. In alcune piazze, i lotti dalla Polonia e dal Belgio sono stati supplementari. Poiché il ritmo delle vendite non è stato sempre soddisfacente durante la settimana, i commercianti hanno spesso dovuto adeguare i prezzi.

Albicocche
La Spagna ha dominato la scena, più di Turchia, Francia e Italia. I lotti greci e ungheresi hanno completato la scena. La frutta domestica è arrivata verso il fine settimana a Berlino, così come a Francoforte, a un prezzo da 19 euro a 22,50 euro per cassa da 5 kg. Sporadicamente, sono stati applicati degli sconti su prodotti qualitativamente inferiori.

Ciliegie
Il volume delle ciliegie domestiche è aumentato notevolmente, ma anche i problemi di qualità. Le temperature di inizio estate hanno permesso ai frutti di maturare rapidamente sugli alberi, ottenendo calibri piuttosto piccoli. Ciò ha comportato un quadro dei prezzi molto disomogeneo, poiché la domanda ha riguardato soprattutto i calibri grandi fino a 32 mm.

Pesche e nettarine
La Spagna è stata il principale fornitore sia di nettarine a polpa gialla che di pesche, seguita dall'Italia. La Francia ha integrato gli eventi con nettarine a polpa gialla, così come la Grecia con pesche a polpa gialla.

Banane
Il mercato è stato un po' fiacco e i maturatori hanno adattato l'offerta alla domanda. Pertanto, la maggior parte dei prezzi è rimasta al livello della settimana precedente.

Cetrioli
Per quanto riguarda i cetrioli, i Paesi Bassi e la Germania hanno costituito la base della gamma, con il Belgio a integrare localmente. La domanda è stata tranquilla, ma costante. I prezzi sono rimasti in gran parte invariati.

Pomodori
Le merci provenienti da Paesi Bassi e Belgio hanno dominato la scena, completata da Germania, Polonia e Italia. La domanda è leggermente aumentata, grazie al clima. I pomodori a grappolo dei Paesi Bassi e del Belgio sono stati al centro della scena e i loro prezzi sono leggermente diminuiti a causa dell'offerta generalmente in aumento.

Peperoni
Le merci olandesi hanno superato quelle turche e belghe. La Germania ha giocato solo un ruolo marginale. I prezzi spesso sono leggermente aumentati, e la domanda ha avuto ovunque un'accelerazione.

Fonte: BLE 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto