Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Le chips di mela contrastano lo spreco alimentare e favoriscono il consumo di snack salutari

Un'azienda di produzione alimentare di Victoria, in Australia, con il suo prodotto Chippy Apples contribuisce a promuovere un’alimentazione sana e a ridurre lo spreco dei prodotti ortofrutticoli.

Phil Gomizel, managing director della Pipan Foods, con un background nella produzione alimentare, spiega che il prodotto è destinato alle famiglie, con l'obiettivo principale di migliorare l'alimentazione dei bambini, noti per avere dei "palati esigenti".

"E, soprattutto i bambini, le adorano", ha detto Gomizel. "Questo era n aspetto molto importante per me, perché la mia attività commerciale ruotava attorno alla nutrizione, ed esportavamo i nostri prodotti anche in Asia. Quando ho assaggiato per la prima volta le Chippy Apples, sapevo che i bambini le avrebbero adorate, e che potevamo portarle nelle case delle famiglie".

"È molto più probabile che i bambini assaggino dei cibi trasformati, rispetto a frutta e verdura fresca, e infatti i bambini non hanno avuto esitazione a provarle. Abbiamo avuto un'ottima risposta e forniamo già lunch box per i bambini, e stiamo riscuotendo molto successo. Prendiamo mele di bassa qualità, generalmente disponibili per tutto l'anno. Lavoriamo principalmente con le Pink Lady, ma possiamo utilizzare mele da spremitura o di Classe II e III, a seconda delle varietà locali. Quest'anno, in particolare, sono state scartate molte mele".

Il concept è nato dopo che un agricoltore, nonché uno degli amici intimi di Phil, ha visto la sua azienda distrutta a causa del maltempo, e non ha voluto ricostruirla integralmente. Così, ha iniziato a cercare delle alternative e, grazie al legame familiare di un raccoglitore taiwanese che lavorava in Australia, ha scoperto l'essiccazione sottovuoto.

"Dopo aver incontrato il tecnico esperto di Taiwan, hanno pensato che quella tecnologia fosse straordinaria e hanno deciso di investirci", ha affermato Gomizel. "Ciò ha portato alla costruzione di un piccolo impianto pilota, durante il periodo della pandemia, ed essendo suo amico, mi ha chiamato dicendomi che aveva realizzato questo prodotto ma non sapeva come venderlo. Pertanto, abbiamo ideato un marchio e una strategia per lanciarlo, ed estenderne così la produzione. Le Chippy Apples sono state lanciate al gusto di mela. Poi abbiamo voluto aggiungere altri gusti, come il sapore alla cannella, e leggermente salato. Abbiamo anche costruito un prototipo di macchinario per aromatizzare le mele con nuovi prodotti e stiamo anche valutando una serie di mele 'con salsa piccante', tra cui il Wasabi, su cui stiamo terminando la ricerca e lo sviluppo".

Dopo aver lanciato i prodotti a base di mele, l'azienda ha pensato di espandersi e lanciarsi in altre linee di produzione, come pere, mandarini, mango e banane, ma ciò richiede un lavoro di ricerca e sviluppo, che è attualmente in corso.

"Possiamo fare degli snack deliziosi che non sono facilmente reperibili sul mercato, ma quello che dobbiamo fare è capire come bilanciare la catena di fornitura della frutta di stagione. Come mantenere una produzione costante per prodotti che crescono solo per qualche mese all'anno?" ha detto Gomizel. "La nostra struttura può produrre circa due milioni di confezioni all'anno e il nostro previsto run rate ci consentirà di raggiungere la capacità massima nei prossimi 18-24 mesi. Abbiamo in programma di costruire o un'altra grande struttura o strutture più piccole vicino alle aree di produzione di frutta".

Gomizel afferma che un aspetto chiave è che il prodotto è composto al 100% da frutta, senza zuccheri aggiunti né conservanti.

"Le mele vengono semplicemente private del torsolo, affettate e sottoposte a un processo di essiccazione in due fasi", ha detto Gomizel. "La prima fase è un'essicazione di 24 ore, come per qualsiasi altro frutto. Successivamente si passa nel nostro essiccatore sottovuoto, che è a bassissima pressione e bassa temperatura, a circa 70 gradi. Abbiamo quattro piccoli forni e il più efficiente processo di cottura, poiché utilizza la minor quantità di energia. Viene assorbita così tutta l'umidità dalla fetta della mela fino allo 0,1%, che viene poi posta direttamente nella confezione. Le persone la adorano. È croccante e friabile e conserva tutta la naturale dolcezza della mela, il che significa che non c'è ossidazione o sapore di mela cotta. Eravamo molto interessati a imparare sempre di più su questa tecnologia, che fornisce maggiori opzioni con la loro frutta e verdura".

Gomizel ha aggiunto che l'azienda è impegnata anche sull'imballaggio, che attualmente è riciclabile attraverso il "Programma REDcycle", ma sta lavorando per introdurre una pellicola compostabile.

La Pipan Foods ha appena firmato un accordo di distribuzione nazionale, il che significa che il prodotto sarà disponibile in oltre 400 negozi in tutta l'Australia e, nei prossimi mesi, si prevede di lanciarlo nei principali supermercati. C'è anche una pagina di crowdfunding per aiutare, con la produzione e la ricerca, l'espansione del prodotto, attraverso la piattaforma Birchal.

Per maggiori informazioni
Phil Gomizel
Pipan Foods
info@pipanfoods.com 
www.pipan.com.au 
www.facebook.com/pipanfoods


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto