Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Michele Lomma (Rodi Fructus AG) sull'attuale mercato

"Inizio turbolento per la stagione spagnola delle drupacee e dei meloni"

L'inizio della stagione delle drupacee e dei meloni di quest'anno è stato particolarmente lento, secondo Michele Lomma, responsabile vendite per l'azienda d’importazione svizzera di frutta Rodi Fructus AG. "A causa delle eccezionali precipitazioni nelle regioni di coltivazione di Murcia, i primi meloni spagnoli Charentais sono arrivati tre settimane dopo, rispetto allo scorso anno. Anche la qualità dei frutti è stata finora molto variabile, a causa del clima. Il contenuto zuccherino delle prime nettarine, per esempio, è risultato piuttosto basso".

"Nel caso dei meloni Galia di Almeria, abbiamo dovuto mettere insieme i prodotti per poter soddisfare in qualche modo la domanda. Nel frattempo, siamo passati a Murcia ma, a causa del clima, abbiamo principalmente frutti di calibro 4 e 5", continua Lomma. "Nel caso dei meloni Honey e Piel de Sapo, la disponibilità è maggiore, ma anche in questo segmento le quantità sono piuttosto gestibili".

"La difficoltà - aggiunge Lomma - sta nell’aumento dei costi lungo la catena di fornitura. È una situazione che abbiamo messo in conto da anni, ma ora è reale. In stretta collaborazione con il nostro cliente principale, Migros, abbiamo trovato una soluzione provvisoria in cui monitoriamo gli sviluppi su base mensile e riconsideriamo i prezzi sulla base di questo monitoraggio. Tuttavia, la situazione è già catastrofica".


Michele Lomma, direttore alle vendite della Rodi Fructus AG.

Previsioni incoraggianti per i volumi francesi
Oltre alla Spagna, Rodi Fructus AG acquista anche frutta estiva dalla Francia. "Per i prodotti più importanti, i meloni Charentais e le albicocche, la fornitura è soddisfacente, poiché non ci sono stati gravi problemi meteo come in Spagna. A tal proposito, le previsioni sui volumi sembrano tutte abbastanza favorevoli", afferma Lomma. In termini di prezzo, entrambe le origini (a seconda della qualità e del calibro) sono più o meno in equilibrio.

Agrumi: il passaggio di stagione è imminente
A differenza dei meloni e delle drupacee, gli agrumi stanno gradualmente passando dall'emisfero boreale a quello australe. Dal Sudafrica, vengono ancora forniti solo pompelmi rossi e mandarini della varietà precoce Leanri, ma presto arriveranno anche le prime spedizioni di arance. Lomma dice: "Le previsioni sono abbastanza positive, ma resta da vedere fino a che punto peseranno gli scioperi nei porti marittimi e l'aumento delle tariffe di trasporto di quest'anno".

Per ora, la fornitura maggiore riguarda la spagnola Navel Powell. "Prevediamo di poterla fornire in volumi importanti fino alla fine di giugno, dopodiché passeremo alla spagnola Valencia Midnight. In teoria, non dovremmo passare completamente ai prodotti sudafricani fino ad agosto, poiché generalmente i consumatori svizzeri preferiscono i prodotti di origine europea".

Frutto della passione siciliano: la tendenza di domani?
In qualità di partner fedele dei rivenditori alimentari svizzeri, Rodi Fructus AG si impegna anche a portare nuovi frutti, coltivati ​​in Europa, sugli scaffali della frutta. Lomma conclude: "Un esempio di tali innovazioni è il frutto della passione siciliano che, negli ultimi due-tre anni, si è rapidamente affermato sul mercato. Sebbene il volume fino ad oggi sia stato limitato, la qualità del frutto è eccezionale. Abbiamo anche riscontrato un forte interesse da parte della nostra clientela per queste innovazioni".

Per maggiori informazioni:
Michele Lomma
Rodi Fructus AG
Bäumlimattstrasse 14
Postfach 253
4313 Möhlin - Svizzera
+41 61 855 57 57
nfo@rodifructus.ch  
rodifructus.ch


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto