Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Laurens Maartens (StoneX):

"Quando si investe in contanti in Kazakistan, bisogna considerare anche il tasso di cambio più vantaggioso"

Molti dei fornitori olandesi di prodotti orticoli hanno gli occhi puntati sul mercato del Kazakistan. Alla fine di aprile oltre 80 aziende hanno partecipato a una fiera dell'orticoltura ad Almaty. Prima della fiera l'azienda serricola russa Eco-Cultura ha annunciato un'espansione di 500 ettari in Kazakistan. La maggior parte della produzione viene esportata sul mercato russo, ma i pomodori e i cetrioli kazaki stanno prendendo piede anche in Medio Oriente. Si tratta di una grande opportunità per i coltivatori e i fornitori orticoli olandesi, perché per questi progetti sono spesso richieste conoscenze e gestione olandesi.

Le stesse aziende si imbattono spesso in costi di conversione quando si tratta di pagamenti. "Ci sono pochi fornitori che possono effettuare pagamenti in valuta locale. Ciò rende impotenti, perché la banca locale sa che non avete alternative e che quindi siete alla sua mercé - spiega Laurens Maartens di StoneX, specializzata nei cosiddetti "pagamenti transfrontalieri" nella valuta meno comune - Grazie alla nostra rete bancaria possiamo offrire sempre il miglior tasso in tenge kazako (KZT). Per molto tempo questa valuta ha mostrato una correlazione con il rublo. Questo fenomeno sta iniziando a diminuire. Dapprima questa valuta si è deprezzata rispetto all'euro, poi il tenge kazako si è leggermente rafforzato. Nel frattempo, però la valuta ha perso di nuovo un po' di valore".

StoneX è nata trent'anni fa quando i fondatori, che lavoravano per una grande banca, si trovarono a dovere convertire una valuta forte in una esotica per una fondazione di beneficenza. "In pratica hanno scoperto che erano necessari molti collegamenti per ottenere il finanziamento. Hanno visto l'opportunità e ne hanno fatto un business. Molte banche non hanno più questi rapporti con le banche locali, perché non erano abbastanza redditizi per loro. Di conseguenza, ora gestiamo il pagamento sul back-end per le grandi banche internazionali, se non hanno una banca corrispondente nella loro rete. Oggi gestiamo parecchi pagamenti sia per le ONG che per le aziende".

Laurens invita i fornitori e le aziende che hanno un impianto di produzione o che stanno per effettuare un'iniezione di capitale nel paese a provare il loro servizio. "Considerate anche il pagamento di tutti i subappaltatori locali durante il livellamento o l'installazione di energia e acqua sulla grande rete. Di recente, un nostro cliente ha fatto così, realizzando metà dei suoi risparmi nel modo consueto e lasciando fare l'altra metà a noi. Il risultato è stato un risparmio sostanziale del 4-6%. L'aspetto forse ancora più importante è che il cliente riprende il controllo del suo pagamento. Il nostro metodo di lavoro è trasparente, il rischio di errori è molto più basso ed è anche più economico".

Per maggiori informazioni:
Laurens Maartens
StoneX Financial GmbH
World Trade Center, Tower H
1077 XV Amsterdam - Paesi Bassi
+31 (0) 615478859
laurens.maartens@stonex.com  
www.stonex.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto