Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Adeline Mialon, GIE Fruits Rouges des Monts du Velay:

"L'altitudine dei Monts du Velay è una risorsa essenziale nella produzione di piccoli frutti”

Creato nel 1997, GIE Fruits Rouges des Monts du Velay è un gruppo di 44 produttori dei dipartimenti francesi dell'Alta Loira e dell'Ardèche. Quattordici produttori coltivano in modo biologico e circa 30 di questi hanno la certificazione HEV. Il gruppo di produttori si trova nella regione dell'Alvernia, più precisamente sui Monts du Velay che comprendono gli altipiani del Mezenc, Mégal e Devès e coltivano tutti i piccoli frutti: fragole, lamponi, ribes rosso e bianco oltre a uva spina, more, ribes nero e mirtilli, con i marchi Perles Rouges e Perles Noires, a grossisti, negozi specializzati e, in quantità inferiori, ai supermercati.

GIE Fruits Rouges des Monts du Velay coltiva e sviluppa le sue tecniche di produzione da oltre 20 anni. Diversi produttori coltivano in orti pensili e, per le aziende, l'agricoltura sostenibile è la base per coltivare frutta di qualità.

L'altitudine ci permette di produrre fuori stagione
La particolarità di questi piccoli frutti è l'altitudine alla quale vengono prodotti. "L'altitudine media delle aziende di Velay è di 950 metri e rappresenta un fattore essenziale nella produzione. Le notti fresche e le giornate calde, tipiche di un clima di montagna, consentono ai frutti un elevato grado zuccherino", spiega Adeline Mialon, responsabile vendite dei frutti rossi del GIE Fruits Rouges des Monts du Velay. "Infatti, oltre alla qualità intrinseca che ne deriva, l’altitudine ci consente anche di produrre con una tempistica differente rispetto alle altre regioni della Francia. I nostri frutti possono essere commercializzati anche con l'etichetta Prodotto di montagna".

Il mercato delle fragole è più tranquillo
GIE Fruits Rouges des Monts du Velay ha iniziato la sua campagna di fragole alla fine di maggio, con 15 giorni di anticipo rispetto agli anni scorsi. "L'inizio della stagione delle fragole è stato piuttosto complicato, a causa dell’abbondanza di fragole sul mercato. Ma ora, molte regioni produttrici francesi hanno terminato la raccolta, quindi il mercato è più fiacco. Al momento, la domanda è dinamica per la nostra varietà chiave Cijosée, molto apprezzata dai nostri clienti. Sul mercato biologico, la domanda per le nostre due varietà di fragole rotonde (Sonsation e Sonata) non è stata molto buona, ma ora sembra che stia recuperando".

La produzione non ha risentito del gelo
La campagna del lampone è appena iniziata. Seguiranno gli altri piccoli frutti, ovvero il ribes rosso, l'uva spina, il ribes nero, le more e i mirtilli. "I volumi dovrebbero essere simili a quelli dell'anno scorso: 1.130 ton di piccoli frutti, di cui 700 ton di fragole, 220 ton di lamponi, 115 ton di ribes rosso, 60 ton di more, 30 ton di mirtilli e 9 ton di ribes nero. Quest'anno, le gelate primaverili non hanno avuto alcun impatto sui nostri frutti".

Per maggiori informazioni:
Adeline Mialon
GIE Fruits Rouges des Monts du Velay
135 Chemin de Romier - Pouzols
43200 Saint-Jeures - Francia
Tel.: +33 04 71 59 61 91 
Cell.: +33 06 98 35 91 71
Email: adeline@giefruitsrouges.fr  
Web: www.fruitsrougesduvelay.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto