Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Banca dati BDF per la sicurezza

Residui di agrofarmaci negli alimenti: i livelli massimi consentiti negli alimenti

Dal 1989, il corretto impiego dei prodotti fitosanitari, nel rispetto cioè delle norme e a tutela della sicurezza del consumatore, rappresenta il cardine intorno al quale BDF ha messo a punto e continua a sviluppare le proprie banche dati.

Il modulo LMR
Accanto ai moduli Sostanze attive, Prodotti e Disciplinari di protezione integrata, un intero modulo delle Banche dati BDF è infatti dedicato agli LMR, Livelli massimi di residui di prodotti fitosanitari ammessi nei/sui prodotti alimentari di origine vegetale.

Nell'Unione europea i Livelli massimi di residui di agrofarmaci sui prodotti alimentari di origine vegetale sono fissati a livello comunitario e i loro valori armonizzati tra tutti i paesi dell'Unione e periodicamente rivisti attraverso progressivi provvedimenti attuativi [Regolamento (CE) 396/2005]. Le procedure di registrazione, immissione sul mercato, impieghi autorizzati e modalità d'uso dei prodotti fitosanitari, sono invece gestiti dalle autorità competenti a livello nazionale [Regolamento (CE) 1109/2009].

I nuovi regolamenti
Due sono i Regolamenti di prossima applicazione con i quali l'Unione Europea prosegue la sua attività di monitoraggio dell'esposizione dei consumatori ai residui di antiparassitari e di revisione degli LMR sulla base dei pareri motivati dell'EFSA ( Autorità europea per la sicurezza alimentare). E' attesa per il 9 agosto l'applicazione dei nuovi LMR per le sostanze attive Dazomet, Metam e Exitiazox, stabiliti dall'Unione Europea con Regolamento UE 2022/78. Il testo, che per l'acaricida Exitiazox introduce una riduzione dei valori su numerosi frutti e ortaggi, prevede una fase transitoria che permetterà ai prodotti ottenuti nell'Unione o importati prima della data di modifica degli LMR, di essere regolarmente commercializzati, trasformati e consumati.

Pubblicato a maggio invece con Regolamento UE 2022/741, il nuovo Programma coordinato di controllo pluriennale dell'Unione per il 2023, 2024 e 2025, finalizzato a monitorare il rispetto dei limiti e il grado di esposizione dei cittadini dell'Unione agli antiparassitari, che entrerà in vigore dal 1 gennaio 2023 e abrogherà il Reg. di esecuzione (UE) 2021/601, che continuerà ad applicarsi per i campioni analizzati nel 2022. Garantire standard elevati di sicurezza per operatori, consumatori e ambiente, salvaguardando nel contempo il principio di libera circolazione delle merci da/per paesi che applicano normative residui diverse, sono i due obiettivi alla base del continuo lavoro di revisione dei valori LMR fissati dall'Europa, continua revisione che rappresenta una sfida per le autorità competenti e per tutti gli operatori del comparto agroalimentare che a vari livelli devono poter conoscere e gestire correttamente queste variazioni. 

La banca dati LMR di BDF
Conoscere, gestire, integrare, dati LMR completi e aggiornati è una necessità per tutti i Laboratori di analisi residui, che devono giornalmente redigere Rapporti di conformità per il limite e l'impiego di agrofarmaci nelle diverse combinazioni Sostanza attiva / matrice vegetale, rispondendo alle richieste di Produttori, Trasformatori, Catene di distribuzione, Rivenditori, Importatori, Enti di certificazione.
La banca dati LMR di BDF oggi gestisce i valori di tutti i limiti di agrofarmaci in vigore nei Paesi dell'Unione Europea, aggiornati ogni volta che viene pubblicato un provvedimento di modifica del regolamento (CE) 396/2005: più di 120.000 record corrispondenti alle diverse combinazioni sostanza attiva / matrice vegetale. Grazie alle integrazioni tra i moduli LMR, Sostanze attive e Prodotti, la banca dati LMR di BDF permette inoltre la verifica non solo della conformità del campione per il limite ma anche per l'impiego: consente di stabilire cioè non solo se la concentrazione di sostanza attiva rilevata in un prodotto vegetale è conforme al limite di legge stabilito a livello europeo, ma anche se ci sono prodotti registrati in Italia contenenti la sostanza attiva in questione, autorizzati per impiego sulla coltura in oggetto. Il dato associato del limite con l'impiego, attualmente non gestito in altri database istituzionali, è molto importante per ricostruire la correttezza del trattamento fitosanitario effettuato.

Le funzionalità
Cresciuto negli anni cercando di rispondere sempre più alle esigenze degli utilizzatori, oggi il modulo LMR, di BDF fornisce i record, anche integrabili nei LIMS (Laboratory Information Management System ) dei laboratori d'analisi, di tutte le seguenti informazioni:
• Sostanza attiva
• Prodotto vegetale
• Livello massimo di residuo (LMR) attuale, futuro e precedente, 
• Normativa di riferimento
• Se impiego autorizzato in Italia 
• Eventuali deroghe all'applicazione di LMR

Il programma offre la possibilità di selezionare un qualsiasi prodotto vegetale oppure una qualsiasi sostanza attiva e ottenere i relativi LMR. E' possibile inoltre, personalizzare i risultati della ricerca selezionando solo gli LMR per impiego autorizzato in Italia, o per sostanza attiva approvata nell'UE, o ammessa in agricoltura biologica, ma anche ricercare solo gli LMR futuri, valori non ancora in vigore ma le cui variazioni sono già state fissate da un regolamento.
Homologa per chi esporta

Questi gli strumenti che BDF mette a disposizione degli Operatori che a diverso titolo devono gestire sul territorio nazionale o nell'Unione europea il Dato del Residuo di agrofarmaci, ma quali gli strumenti a disposizione di chi produce e esporta fuori dai confini europei?

In altre parti del mondo gli LMR sono fissati sulla base di norme nazionali (Stati Uniti, Giappone, Australia), oppure si applicano i valori suggeriti dal Codex Alimentarius, cioè dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura.

Per produttori esportatori, aziende alimentari e agrochimiche, ma anche laboratori e organismi di certificazione collegati è importante avere una fotografia il più possibile precisa e aggiornata degli LMR nelle diverse parti del mondo. 

Per rispondere anche a queste esigenze BDF distribuisce in Italia Homologa ™ ,il database internazionale degli agrofarmaci e dei livelli massimi di residuo (LMR) negli alimenti di origine vegetale, prodotto dalla società Lexagri. Si tratta di uno strumento potente, che permette anche di confrontare gli LMR in vigore in un paese di partenza con quelli del paese importatore, riportando anche gli estremi normativi a supporto dei dati forniti, garantendo cosi il rispetto della normativa residui tra più di 100 paesi.

Per maggiori informazioni:  
BDF
Banche Dati Agrofarmaci –
Informatica per l'agricoltura e l'ambiente
www.bdfsrl.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto