Con l'accordo di libero scambio Ecuador-Cina entro fine anno, le prospettive di mercato sono ottime

Logiztik Alliance Group è una società internazionale di logistica e spedizioni con sede a Quito, in Ecuador, e con uffici nei principali punti d’accesso di Colombia, Stati Uniti, Paesi Bassi e Cina.

"I nostri mercati più importanti sono Stati Uniti, Europa e Cina. Selezioniamo la destinazione in base al prodotto, ad esempio fiori, pesce, frutti di mare e altri, per lo più prodotti deperibili. Abbiamo magazzini dentro e vicino ai principali aeroporti del Paese in cui operiamo. L'esportatore o il fornitore utilizza le nostre strutture, noi integriamo il processo e supportiamo quello logistico".

"Nei nostri magazzini eseguiamo alcuni processi, tra cui controlli di qualità, etichettatura, riconfezionamento se necessario, elaborazione logistica dei documenti. Effettuiamo trasporti via mare o via aerea. Inoltre, teniamo traccia del carico fino a quando non raggiunge la destinazione finale. Negli Stati Uniti e nei Paesi Bassi, abbiamo magazzini anche nel punto di destinazione. In altri mercati come la Cina, lavoriamo con i broker locali", spiega Maria Ines Dominguez, direttore marketing del Logiztik Alliance Group.

"Forniamo servizi logistici su misura per prodotti e mercati specifici. Inoltre, mettiamo a disposizione dei nostri clienti dei servizi complementari che differenziano il Logiztik Alliance Group dai suoi concorrenti. Utilizzando una tecnologia all'avanguardia, in tutte le fasi del processo logistico, forniamo soluzioni tecnologiche che aiutano i nostri clienti a operare in modo sicuro ed efficiente", continua Maria.

"Per diversi anni siamo stati considerati come la principale agenzia di trasporto aereo di merci in Ecuador. Nel 2021, abbiamo movimentato più di 90.000 tonnellate di merci dall'Ecuador e dalla Colombia verso mercati come Stati Uniti, Paesi Bassi e Cina. Gestiamo e trasportiamo tra gli altri fiori freschi e conservati, frutta, pesce fresco. Questi prodotti mantengono una qualità incomparabile, grazie alle condizioni geografiche della regione in cui vengono coltivati. Per questo motivo sono richiesti in tutto il mondo, soprattutto dai consumatori asiatici. Alcuni dei prodotti di spicco in questo mercato includono frutti come pitaya e frutto della passione, e fiori come iperico, gipsofila, rose e molti altri".


L’ortofrutta dell'Ecuador si fa sempre più strada nei mercati dell'Estremo Oriente

Effetti del conflitto russo-ucraino sul commercio
Oltre ad essere due dei maggiori importatori di fiori dall'Ecuador, Russia e Ucraina sono anche tra i maggiori acquirenti di frutta colombiana ed ecuadoriana come banane, ananas e avocado, fra gli altri. Di conseguenza, l’impatto della guerra su entrambi i settori è stato pesante.

La svalutazione del Rublo ha causato un aumento dei prezzi delle merci, con conseguente ristagno dei flussi di capitali esteri, riduzione della domanda dei consumatori e sconvolgimento delle normali dinamiche del mercato.

Maria spiega: "Nonostante il contesto instabile, la maggior parte dei nostri clienti è riuscita a superare le sfide e regolarizzare le sue attività. Altri hanno dovuto sfruttare i mercati locali e di altre regioni, per esportare i loro prodotti".


Carambola, pitaya gialla, pitaya rossa e kaki ecuadoriani per i mercati internazionali

La Cina è il mercato del futuro
La Cina è il secondo partner commerciale più importante dell'Ecuador. Una riduzione tariffaria negoziata potrebbe rappresentare un'opportunità per espandere il commercio di fiori e prodotti ortofrutticoli. Ad esempio, si stima che la riduzione delle tariffe per determinati prodotti, come fiori (10,6%), altra frutta fresca (20,9%) genererebbe un valore delle esportazioni di oltre 28 milioni di dollari, nonché l'opportunità di aumentare le esportazioni di fiori e frutta in Cina, introducendo varietà uniche prima non disponibili sui mercati cinesi.

Opportunità di crescita
L'America Latina offre al Logiztik Alliance Group grandi opportunità di crescita, poiché dispone di infrastrutture e di una leadership che consentono di sfruttare al meglio l'impulso commerciale che sarà fornito dall'accordo di libero scambio Cina-Ecuador, che dovrebbe essere ratificato entro la fine di quest'anno.

Inoltre, la decisione di importare direttamente pitaya dall'Ecuador nella Cina continentale, è un'opportunità che molti orticoltori aspettavano da tempo. L'azienda gestisce questo prodotto da diversi anni e dispone dell'esperienza e di un'infrastruttura a temperatura controllata per affrontare questa nuova sfida. Nel prepararci a questo passaggio, ne stiamo considerando gli effetti, che sicuramente saranno vantaggiosi per entrambe le regioni.

Le sfide nel commercio con la Cina
Maria conclude: "Costruire rapporti commerciali sul mercato cinese può essere difficile, a causa delle barriere geografiche, culturali e linguistiche, ma tali barriere non sono insormontabili. Per le aziende è importante superarle, perché la Cina sarà sempre un player importante nel commercio globale. D'altra parte, i recenti problemi logistici hanno suscitato forte preoccupazione nelle società che dipendono dal commercio con la Cina, il che potrebbe incidere sugli scambi a medio e lungo termine. Tuttavia, per Ecuador e Colombia, a causa della natura del loro commercio con la Cina, il futuro sembra promettente".

Per maggiori informazioni:
Maria Ines Dominguez
Logiztik Alliance Group
marketing@logiztikalliance.com
www.logiztikalliance.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto